Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Domenica l'aria fredda entrerà solo negli strati bassi al nord: cosa potrebbe accadere?

I dispetti della Bora.

In primo piano - 23 Marzo 2013, ore 09.55

Qui di fianco le temperature previste ad 800m circa per domenica sera: si nota il raffreddamento operato dalla Bora. Nella seconda immagine le temperature a 2m per la notte su lunedì e nella terza quelle a 1500m, sempre nella notte su lunedì.
Evento solo relativamente raro quello di domenica 24 marzo sul settentrione. Relativamente perchè è normale che quando soffia la Bora fredda nei bassi strati, oltretutto da una Slovenia così fredda, la temperatura cali più nei bassi strati e sino ad 800m che alle quote superiori, dove a stento lo zero termico andrà a collocarsi a 1400-1500m e solo con il passare delle ore.

In più siamo alla fine di marzo e dunque la fatica che dovrà fare la Bora per raffreddare l'aria non sarà uno sforzo da poco; eppure pare possa riuscire nell'impresa di riportare la neve in pianura tra Emilia-Romagna, bassa Lombardia e parte del Triveneto. 

L'insistenza della corrente fredda, la costanza delle precipitazioni e la loro natura almeno in parte convettiva, potrà davvero favorire il calo del limite delle nevicate praticamente sino alle quote pianeggianti tra la serata di domenica e la mattinata di lunedì sull'Emilia e parte della Romagna, sul Veneto, nei fondovalle alpini centro-orientali, sul Pavese, il Cremonese, il Mantovano, l'Alessandrino, sul Friuli Veneza Giulia.

Laddove in quota ci sarà ancora qualche inversione termica con valori sopra lo zero a 1500m e addirittura di -2°C a 800m potrebbe verificarsi del gelicidio, cioè della pioggia che congela al suolo alle quote collinari. Una situazione davvero possibile in queste situazioni. Del resto le mappe che postiamo parlano da sole: mostrano le temperature previste al suolo, che risulteranno del tutto simili a quelle che si riscontreranno a 1500m, mentre ad 800m ritroveremo il raffreddamento operato dalla Bora, che picchierà anche oltre i 70 km/h sul Golfo di Trieste e Venezia, con raffiche a 100 orari non escluse. 

Lunedì mattina saranno ancora possibili rovesci nevosi sul centro-est Valpadana, l'Emilia-Romagna e naturalmente l'arco alpino centro-orientale, in seguito è previsto un parziale miglioramento.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.13: A16 Napoli-Canosa

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Benevento - Raccordo Di Benevento (Km. 68,7) e Vallata (Km...…

h 04.18: A1 Diramazione Roma Sud

incidente

Incidente nel tratto compreso tra San Cesareo (Km. 5) e Allacciamento A1 Milano-Napoli in direzio..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum