Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Domenica da lupi, rischio nubifragi e venti tempestosi oltre 100 km/h

In primo piano - 2 Novembre 2019, ore 20.51

Meteo - Un vasto fronte perturbato di origine nord atlantica sta attraversando l'Italia in queste ore, in particolar modo il centro Italia e il nord-est dove piove in maniera diffusa ma senza particolari criticità.

La situazione tuttavia tenderà a peggiorare sensibilmente nella giornata di domani, domenica 3 novembre, su buona parte d'Italia.Le correnti umide e instabili provenienti provenienti da ovest/sud-ovest, collegate ad un vasto vortice ciclonico presente tra Atlantico orientale e Gran Bretagna, colpiranno in pieno l'Italia nella giornata di domani risultando persistenti e particolarmente intense. Saranno le regioni del nord-est e del lato tirrenico a subire i maggiori effetti di questo peggioramento, essendo molto sensibili alle correnti occidentali.

Forte maltempo domani su gran parte d'Italia

NORD - Tante nubi su tutto il nord, ma le piogge si concentreranno principalmente su Liguria centro-orientale, Appennino emiliano e tutto il Triveneto. Il fenomeno dello "stau" amplificherà nettamente le precipitazioni sui rilievi e sarà il responsabile di accumuli localmente superiori ai 200 mm su Appennino ligure-emiliano e Alpi nord-orientali.Più asciutto sul nord-ovest (specie Piemonte e Liguria occidentale) dove le piogge saranno spesso scarse o assenti.

CENTRO - Forte maltempo su tutto il lato tirrenico con piogge diffuse per quasi tutta la giornata. Rischio nubifragi sulle zone interne e montuose, con accumuli localmente superiori ai 150-200 mm, Fenomeni più deboli sul lato adriatico grazie alla barriera appenninica.

SUD E ISOLE - Peggioramento marcato su Sardegna e Campania dove si prospettano piogge diffuse per quasi tutta la giornata. Rischio di accumuli oltre 50-70 mm sui settori collinari e montuosi. Locali piogge o acquazzoni possibili su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia centro-meridionale.

VENTI INTENSI DI LIBECCIO

La perturbazione innescherà furiosi venti di libeccio su tutto il centro-sud e arco alpino: le raffiche saranno generalmente comprese tra i 50 e 70 km/h, ma localmente non escludiamo punte superiori ai 100 km/h. In particolare il rischio di venti così intensi sarà elevato sull'Appennino (specie tra Umbria, Abruzzo, Lazio, Molise e Campania) e sull'arco alpino nord-orientale. Venti più deboli sulla pianura Padana.


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum