Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dicembre muove i suoi primi passi tra instabilità e anticiclone

Nei prossimi giorni, delle nuove perturbazioni sono previste interessare il nostro territorio nazionale, ne verranno colpite soprattutto le regioni del centro e del sud ma anche il nord avrà la sua razione di pioggia. Tra domenica 1 e lunedì 2, una effimera riduzione delle temperature potrà raggiungere anche il nostro Paese (regioni settentrionali), in generale il contesto termico resterà comunque mite, con un possibile approdo anticiclonico nel lungo termine.

In primo piano - 26 Novembre 2019, ore 21.30

Gli ultimi giorni di novembre e poi l'esordio di dicembre, conserveranno ancora delle caratteristiche turbolente; sull'Europa nord-orientale è previsto un sensibile ribasso delle temperature portato dalle masse d'aria fredde in arrivo dall'Artico, un nuovo elemento di interesse che potrebbe portare allo sviluppo di una depressione sull'Europa centro-occidentale, a cavallo tra la fine di novembre e l'inizio dicembre. La previsione del modello europeo riferita a domenica primo dicembre, mette in luce lo sviluppo di una nuova depressione sull'Europa occidentale. Si tratta di una circolazione frutto del contrasto tra le masse d'aria ancora temperate che governano il tempo sul Mediterraneo, contro quelle assai più fredde in arrivo dalla regione dell'Artico. L'inizio di dicembre esordirà quindi ancora con condizioni di instabilità e precipitazioni su diverse regioni:

L'instabilità non riuscirà ad abbandonare tanto facilmente il Mediterraneo, anche se questa sera possiamo vedere una luce in fondo al tunnel; il rinforzo graduale del vortice polare tutela come conseguenza un aumento dell'intensità dei venti occidentali, con un rialzo del fronte polare preventivato dai modelli questa sera entro la prima settimana di dicembre che potrebbe acquistare caratteristiche anticicloniche. Si tratta di una notizia già da alcuni giorni fiutata dai modelli, ma che necessita ancora di ulteriori conferme, anche se al momento appare l'ipotesi più probabile. Ecco la linea di tendenza proposta questa sera dalla previsione a lungo termine del modello europeo, venerdì 6 dicembre, l'Europa potrebbe sperimentare un aumento considerevole della "tensione zonale" che porterebbe l'anticiclone sui lidi di casa nostra, confinando il flusso perturbato atlantico solo ad alte latitudini. Evoluzione ovviamente da confermare:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum