Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dalla Valpadana alla Liguria: a cavallo tra due stagioni

L'inverno in Valpadana e la primavera in Liguria...

In primo piano - 17 Dicembre 2012, ore 11.25

Il cielo era parzialmente nuvoloso domenica mattina a Genova, quando si decide di partire alla volta di Milano, un po' per svago, un po' anche per fuggire dalla monotonia delle "solite" giornate.

Il clima è umido, ma assolutamente non freddo. Alla guida dell'auto ci si toglie anche la giacca, per essere più liberi...tanto la temperatura esterna lo consente: 11° alle 9 del mattino.

I primi tornanti appenninici mostrano residui di neve ormai sporca e martoriata ai lati della strada, che comunque resistono stoicamente alle temperature tutt'altro che rigide.

Salendo verso il passo dei Giovi, il bianco aumenta; la neve è presente anche sui prati ed ha un colore decisamente più invitante, anche se la sofferenza della medesima è evidente, sotto temperature ampiamente positive.

Si imbocca la galleria dei Giovi, si esce a Busalla e ci si trova davanti un altro mondo: la neve e la galaverna sono presenti ancora sugli alberi. I vetri dell'auto si appannano per il repentino calo termico esterno. Tutto è avvolto da una foschia gelida e invernale.

Proseguendo verso la pianura, alla senzazione di freddo visiva si aggiunge anche la nebbia, fitta, umida e costante. Tra Voghera e Pavia ben di nota l'effetto congelante della stessa su piante e fili della corrente. Sembra quasi di essere in Siberia...con le dovute proporzioni termiche, ovviamente!

La bruma non ci lascia fino a Milano, dove la temperatura sale leggermente e la nebbia non congela più, ma contribuisce allo scioglimento della neve ancora abbondante al suolo.

Il Capoluogo Lombaro è tinto di bianco...e di grigio; il bianco della neve ancora presente al suolo, il grigio compatto del cielo, che nasconde i palazzi più alti del centro, mentre in periferia la nebbia fitta regna sovrana.

Si riparte alla volta di Genova verso le 17. Milano è ancora avvolta dalla nebbia, che in autostrada diventa fitta ed opprimente, congelando a tratti verso Pavia. Si procede lentamente, la visibilità a volte è davvero precaria, in altre circostanze è migliore.

Si arriva a Serravalle e non cambia niente; si passa Ronco Scrivia e tutto resta uguale. Si arriva infine a Busalla, dove la coltre nebbiosa si addossa al Passo dei Giovi, per lasciare finalmente libero dalla bruma il versante marittimo, dove il cielo torna finalmente visibile.

Si arriva a Genova,  con il cielo quasi sereno, 12° di temperatura...dopo un valore massimo nel pomeriggio ci circa 15°.

Che dire? Inverno e primavera a stretto contatto!

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum