Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dalla fine di ottobre il ritorno del grande anticiclone

Uno sguardo alla condizione atmosferica prevista tra la fine di ottobre e la prima decade novembrina; quali novità in vista?

In primo piano - 28 Ottobre 2015, ore 17.20

Le poche, limitate novità rispetto agli aggiornamenti delle ultime 24 ore, mettono ancora in risalto il consolidamento di una forte figura anticiclonica sull'Europa dagli ultimissimi giorni di ottobre in avanti. Il ricompattamento del Vortice Polare favorirà infatti un rinforzo della ventilazione occidentale che si manifesterà attraverso un flusso d'aria molto mite diretto al cuore dell'Europa. Trattasi pertanto di una massa d'aria oceanica che verrà trascinata verso il continente, senza incontrare alcun ostacolo dinanzi ad essa. 

Le conseguenze a livello generale europeo sono facilmente immaginabili; assisteremo ad un generale aumento della temperatura che riguarderà vaste zone del continente, il flusso d'aria mite veicolato dai venti occidentali si farà sentire soprattutto sui settori centrali e settentrionali d'Europa, il freddo più intenso resterà confinato alle estreme propaggini nord-orientali della Russia europea.

Tra venerdì 30 ottobre e domenica primo novembre, i valori termici più elevati potranno riguardare principalmente l'Inghilterra meridionale, Francia, Penisola Iberica. Nel periodo successivo (lunedì 2 - venerdì 6) lo scarto termico maggiore potrebbe concentrarsi invece sui settori meridionali d'Europa ed il bacino centrale del Mediterraneo, coinvolgendo direttamente anche l'Italia. 

Gli effetti sul tempo italiano. 

Spostando nuovamente il nostro sguardo al periodo compreso tra venerdì 30 ottobre e domenica primo novembre, la ventilazione a livello generale italiano sarebbe ancora di tipo orientale. Tramontana e Grecale soffierebbero su diverse regioni dello stivale, pur essendo accompagnate da valori termici tendenzialmente miti. (ad esclusione delle inversioni termiche). Gli annuvolamenti sarebbero piuttosto rari e le giornate limpide e terse.

Da lunedì 2 novembre in avanti, l'anticiclone si trasferirà col proprio cuore d'aria più tiepida e stabile sul bacino del Mediterraneo, favorendo una calma di vento oppure addirittura una debole risacca meridionale lungo le coste del versante tirrenico. Aumenterebbero quindi le inversioni termiche associate a nebbie e foschie dense e persistenti sulla Valpadana, tappeti di nubi basse lungo le coste. Bel tempo e molto mite su Alpi ed Appennino. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.52: A13 Bologna-Padova

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Allacciamento A14 Bologna-Taranto e Boara (Km. 7..…

h 23.51: A14 Bologna-Ancona

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Bologna San Lazzaro (Km. 22,2) e Forli' (Km. 81,..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum