Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dal week-end più freddo e ventoso

Tra lunedì e martedì torna anche il rischio di qualche spruzzata di neve a quote basse lungo l'Appennino e su parte del nord.

In primo piano - 17 Marzo 2011, ore 09.11

In questo periodo dell'anno, quando la pioggia svanisce ci si aspetterebbe di vedere fiorire la primavera, quella più soleggiata e gradevole. E invece no, quest'anno l'inverno ormai agonizzante riesce ancora a rialzare la testa per portarci a sorpresa i suoi sempre più flebili respiri di freddo anche fuori tempo massimo.

Così sarà tra domenica e martedì, allorquando lo spostamento verso levante del vortice che ci ha interessati negli ultimi giorni, andrà a prelevare l'aria fredda che ancora giace sulle innevate pianure dell'est europeo e la spingerà verso l'Italia. La manovra non avrebbe potuto compiersi e andare a buon fine se in concomitanza non si fosse andato a strutturare un imponente blocco anticiclonico tra le Isole Britanniche e la penisola Scandinava.

Da domenica tornano dunque a calare le temperature un po' su tutto il Paese, un calo temporaneo ma sicuramente avvertito da nord a sud. Dapprima le precipitazioni associate ai flussi freddi in arrivo da levante saranno scarse e limitate a qualche fiocco sporadico sull'Appennino meridionale e sul settore adriatico di quello centrale fin verso i 900-1000 metri. Tra lunedì e martedì una pulsazione un po' più umida potrebbe intensificare il rischio di precipitazioni ed estenderlo a tutto il versante adriatico, con sconfinamento su Emilia, Romagna e gran parte del nord.

Si tratterà di precipitazioni mediamente deboli e intermittenti, anche se localmente gli effetti dello sbarramento orografico da est potranno regalare qualcosa di più. Naturalmente le quote neve subiranno un netto ritocco verso il basso e potranno attestarsi come segue: al nord spruzzate fino in pianura su Piemonte occidentale, tra 300 e 500 metri sull'Emilia Romagna, tra 400 e 600 metri sul resto del settentrione. Al centro tra 500 e 700 metri sulle Marche, inrialzo a 800 in Abruzzo e sui settori interni di confine con il Lazio. Al sud spruzzate qua e là tra 1000 e 1200 metri, più probabili sui settori peninsulari.

Da domenica  martedì torneranno inoltre a soffiare venti di Bora, Grecale e Tramontana, con mari fino a molto mossi. Seguiteci per gli ulteriori aggiornamenti del caso.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.05: A10 Genova-Ventimiglia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Pegli (Km. 6) e Allacciamento A7 Milano-..…

h 19.03: SS93 Appulo Lucana

rain

Pioggia nel tratto compreso tra 1,326 km dopo Incrocio Casello Canosa A14 Bologna-Taranto (Km. 17,7..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum