Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Da lunedì anche un rigurgito invernale per il sud?

In un contesto dove l’influenza dell’alta pressione atlantica diverrà sempre più preponderante, esistono i margini perche un ultimo breve colpo di coda invernale possa interessare le estreme regioni meridionali tra lunedì e martedì prossimi.

In primo piano - 7 Marzo 2012, ore 18.00

Lo stato attuale del tempo contempla la presenza di un sistema ciclonico nelle regioni centro-meridionali, il quale a partire da domani riceverà un nuovo contributo di aria fredda da nord est che andrà rinvigorendolo. Volgendo lo sguardo ad ovest, verso l’Europa occidentale, va gradualmente strutturandosi un anticiclone di origine atlantica che, nel corso dei prossimi giorni garantirà tempo buono, specie al settentrione.

Sulla regione scandinava e parte della Russia è ancora presente specialmente alle quote superiori, un cospicuo “pacchetto” di aria fredda che stazionerà in loco ancora per diversi giorni prima di esaurirsi definitivamente.

A partire dal fine settimana la figura di alta pressione in Atlantico andrà rinforzando a ridosso dell’Europa occidentale. Questo processo potrebbe favorire, segnatamente tra lunedì 12 marzo e martedì 13 marzo, l’arrivo nelle regioni più meridionali del paese di un breve colpo di coda invernale.

Parte dell’aria fredda attualmente stazionante tra Scandinavia e Russia verrà prelevata dal movimento dei venti da nord verso sud in seno all’anticiclone. Uno scambio meridiano dalle caratteristiche tipicamente primaverili potrebbe far breccia al meridione portando con sé aria fredda di estrazione artica, ed un ultimo scampolo di inverno.

A favorire l’immissione di aria fredda tra basso Tirreno e mar Jonio, la presenza già in questi giorni di una figura di bassa pressione atta a “deprimere” i geopotenziali in area basso mediterranea nelle località sopracitate.
Si tratta di una previsione a lunga scadenza con attendibilità piuttosto bassa. Tuttavia data la persistenza di questo particolare pattern atmosferico, un'evoluzione di questo tipo, che vedrebbe ancora una volta il nord protetto dalle precipitazioni a scapito di un meridione perturbato, non suonerebbe come novità.

Seguite gli aggiornamenti.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum