Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Crisi dell'estate; come si comporteranno le TEMPERATURE la prossima settimana?

Una figura di bassa pressione farà affluire sul nostro mar Mediterraneo, masse d'aria più fresche di origine oceanica. Di quanto scenderanno le temperature sul nostro Paese?

In primo piano - 28 Agosto 2017, ore 19.15

Pur essendoci ancora una lieve differenza di vedute tra la previsione del modello europeo ed americano, possiamo già adesso spendere qualche parola sulla riduzione delle temperature che si farà sentire dopo l'ennesima fase atmosferica estiva che ha portato un profilo termico sopra la media del periodo. Quest'ultima settimana di agosto si concluderà infatti sotto la protezione di un'onda altopressoria AFRICANA, gonfiata nel suo cuore dalle masse d'aria ancora arroventate provenienti dalle fasce subtropicali sahariane. Gli esuberi termici superiori alla media del periodo con scarti particolarmente eclatanti alle quote superiori, laddove ritroviamo picchi sino a +5/+7°C oltre la media stagionale di riferimento.

Non va molto meglio al suolo: se da una parte la maggior durata delle ore di buio favorisce un raffreddamento radiativo più efficace, l'escalation delle temperature massime ben oltre la soglia dei +30°C ci segnala che l'estate, quella arrabbiata e canicolare, nonostante il calendario alle soglie di settembre, non ci ha ancora abbandonato. 

Ecco quindi comparire dal cilindro una vera e propria ROTTURA DELL'ESTATE ormai all'esordio dell'autunno meteorologico; una rottura estiva che interviene per mezzo di un cut-off, cioè una figura chiusa di bassa pressione che in questo momento ritroviamo sprofondata sulla Penisola Iberica e che nei prossimi giorni verrà riagganciata verso latitudini più alte, andando così ad interessare la Mitteleurope ed il bacino centrale del Mediterraneo, "gonfiata" da nuovi, preziosi apporti d'aria fredda. L'isoterma dichiaratamente estiva di +20°C al piano isobarico di 850hpa (circa 1500 metri) tuttora presente sul nostro territorio, batterà velocemente in ritirata, al suo posto le masse d'aria oceaniche.

Entro domenica 3 settembre, i valori termici al piano isobarico di 850hpa scenderanno nel range dei +8°C/+10°C sulle regioni del nord, +10/+12°C al centro e sulla Sardegna, +14/+16°C all'estremo sud, le uniche zone d'Italia dove la flessione termica sarà un po' meno eclatante ma comunque percepibile attraverso la rotazione del vento dai quadranti occidentali (Libeccio e soprattutto Maestrale).

Più tardi un aggiornamento sulla dinamica perturbata e la sua possibile evoluzione nel futuro. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.13: A13 Bologna-Padova

tstorm

Temporale nel tratto compreso tra Boara (Km. 74,8) e Padova Zona Industriale-Interporto (Km. 112,4)..…

h 04.08: A29 Palermo-Mazara Del Vallo

incidente

Incidente a 2,075 km prima di Svincolo S. Ninfa (Km. 84,5) in direzione Svincolo Palermo…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum