Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Cosa succederà sino a metà mese: l'anticiclone zoppica?

I modelli faticano ad inquadrare un dominio importante dell'anticiclone.

In primo piano - 5 Luglio 2018, ore 10.16

L'anticiclone 2018 non riesce a garantire una stabilità assoluta dalle Alpi alla Sicilia per più di qualche giorno, perché la sua struttura non è in grado di respingere gli attacchi che gli giungono dalle incursioni di aria fresca in quota lungo il suo bordo orientale ma anche da ovest, quando le saccature, pur sgomitando, riescono a farsi largo a ridosso dello Stivale.

Così diventa un grattacapo per previsori e modelli fare una previsione votata alla classica "calma estiva": oltretutto queste continue ingerenze spezzano l'offensiva del caldo, cosa che a molti farà certamente piacere, ma a chi si trova in vacanza un po' meno.

Naturalmente poi ci sono le conseguenze a volte nefaste di temporali violenti, ma questo capita sul nostro Paese ad ogni estate, praticamente da sempre.

Cosa succederà adesso? Esaurita tra oggi e sabato la fase instabile prevista al nord e poi parzialmente anche sulle regioni centrali, il tempo tornerà a proporre prevalenza di cieli sereni, ma con qualche dispetto ancora possibile lungo la dorsale appenninica centrale e meridionale e su Molise e Puglia nelle giornate di domenica e lunedì.

Da valutare anche eventuali disturbi tra martedì 10 e mercoledì 11 al nord per il passaggio di un'ansa depressionaria in quota da nord, vista soprattutto dal modello americano, con conseguenze temporalesche che poi visiterebbero anche il medio Adriatico, ma la probabilità non va oltre il 45%.

E' lite furibonda invece sul guasto di metà mese: il modello americano lo vede eccome e lo ripropone ormai ad intervalli da più giorni, il modello europeo invece pare "pasticciare" un po' e confondere le acque, con l'anticiclone che proprio in quella fase andrebbe a compattarsi.

Cosa possiamo dedurne? Che la previsione per metà mese è ancora molto delicata e di non facile decifrazione ma crediamo che sul lungo termine l'americano abbia una marcia in più e abbia scovato una linea di tendenza da non trascurare. Seguite gli aggiornamenti!


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum