Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Cosa ci aspetta dal 15 al 20 gennaio? E dopo? Ipotesi e probabilità

Un vortice di bassa pressione insisterà su gran parte d'Italia dispensando condizioni di generale maltempo. Giovedì 17 e venerdì 18 migliora al nord ma tra sabato 19 e domenica 20, sempre al nord, è atteso un nuovo peggioramento con possibilità di nevicate anche fino a quote molto basse. A seguire pausa più tranquilla poi tra il 24 e il 25 nuova pulsazione dell'inverno.

In primo piano - 10 Gennaio 2013, ore 11.07

 Con il tramonto dell'alta pressione l'inverno si ricompone in un vortice depressionario atteso a partire dal week-end del 13-14 gennaio, il quale calamiterà sull'Italia nubi e precipitazioni per gran parte della prossima settimana.

L'apice della fase instabile, a tratti anche perturbata, verrà toccato tra domenica 13 e mercoledì 16 gennaio, allorquando diversi corpi nuvolosi andranno a confluire entro il gorgo di bassa pressione che sarà centrato sui nostro mari di ponente. 

Ma poniamo l'attenzione su periodo che parte da martedì 15 gennaio: le precipitazioni sono attese ovunque, anche se più insistenti al centro e al sud. Il nord verrà interessato da fenomeni nevosi a tratti fino a quote molto basse, intorno ai 1000 metri su centro e Sardegna, intorno a 1500 metri al sud e in Sicilia. Giovedì 17 e venerdì 18 il settentrione si libera, mentre nubi e precipitazioni seguiteranno a interessare gran parte del centro-sud, pur con tendenza a miglioramento nel corso di venerdì al centro.

 

Sabato 19 nuovo colpo di scena: il vortice si allontana verso la Grecia, l'Atlantico torna a spingere e invia una prima perturbazione: migliora il tempo al sud, peggiora invece al centro-nord con precipitazioni diffuse e nevicate fino a quote basse, a tratti anche fino in pianura al nord-ovest.

A seguire però le correnti più miti dell'oceano si porteranno via quel poco di freddo portato dal vortice e introdurrà una fase di variabilità con temperature in aumento (vedi ultima figura in basso).

L'alta pressione atlantica infatti, tra il 20 e il 23 gennaio, si coricherà sul Mediterraneo andando a spaccare in due il lobo siberiano del vortice polare. Solo dal 24-25 punterà nuovamente verso nord permettendo il ricompattamento del nocciolo freddo russo-siberiano che proverà ad avanzare verso il cuore dell'Europa. Ci riuscirà? Lo sapremo solo nei prossimi aggiornamenti.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.36: SS148 Pontina

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Incrocio Tor De' Cenci (Km. 15) e Incro..…

h 09.35: A1 Roma-Napoli

incidente

Ripristino incidente causa incidente nel tratto compreso tra Ceprano (Km. 643,3) e Cassino (Km. 669..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum