Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CORAGGIO! Le possibilità di vivere un inverno "normale" sono intatte

Vortice polare più o meno forte per Natale ma la sostanza non cambia rispetto al passato.

In primo piano - 17 Dicembre 2013, ore 10.21

Nell'inverno italiano la neve e il gelo non costituiscono la normalità, qualcuno invece ritiene di si, e se ne cruccia costantemente.
La statistica, oltre agli indici teleconnettivi e alla conoscenza approfondita dell'andamento annuale del tempo nell'emisfero boreale negli ultimi anni, ci consentono di farci un'idea sul tempo che potrebbe fare nel corso delle prossime settimane sull'Europa.

Sembra che ogni anno sia totalmente diverso da quello che l'ha preceduto, che ogni anno debba riservare chissà quali sconvolgimenti. Ci sono anni più o meno piovosi, più o meno nevosi, ci sono quelli decisamente anomali, ma un filo conduttore c'è sempre, anche se il vortice polare in questa occasione gira a mille, più di altre volte.

Se ripensiamo a quante volte abbiamo vissuto un Natale caratterizzato da forti correnti occidentali miti, scopriamo che sono decisamente tante. E' uno schema barico CLASSICO, quello che vede tese correnti da ovest invadere con forza il Continente nel periodo delle feste di Natale, si è solo rilassato un po' nel corso degli anni, causa un vortice polare un po' meno performante.

Non a caso gli Svizzeri parlano di "disgelo natalizio", non a caso si verificano proprio in questo periodo nel nord Europa un sacco di tempeste, con l'aria fredda che "pompa" energie nelle depressioni atlantiche.

E' un dato di fatto, come ripetuto già ieri, che la corrente a getto in questo periodo macini km e risulti particolarmente tesa, così come si è constatato uno spostamento verso nord della cella di Hadley, con conseguente maggiore invadenza (pur intermittente) degli anticicloni subtropicali nell'area mediterranea, se poi i venti nella stratosfera subtropicale si pongono da ovest nella loro quasi biennale oscillazione, è normale vivere con gli anticloni per diversi mesi l'anno se avviene tutto questo, non siamo al Polo nord.

Non per questo, non mancheranno, specie nella seconda parte del gennaio, alcuni affondi freddi verso il sud del Continente, con risvolti depressionari ed anche magari nevosi, così come tutto questo potrebbe anche avvenire, sempre ad intervalli, durante il mese di febbraio.

Se poi l'anticiclone risulterà più invadente del solito il maltempo e la neve colpiranno medio Adriatico e meridione, se invece consentirà ingressi più franchi dell'aria fredda, magari dal Rodano, le depressioni coinvolgeranno anche nord e Tirreno, tutto qui.

C'è anche da considerare, più che negli altri anni, il grande freddo che si è accumulato sulle zone polari, che appena i contrasti tra le latitudini si accentueranno, dovrà giocoforza prendere la via delle latitudini più basse, e qualcuno nel nostro emisfero pagherà dazio, ecco perchè ho parlato di enormi potenzialità dell'inverno, magari non direttamente in casa nostra, ma su certe zone d'Europa.

E di conseguenza anche la primavera potrebbe risultare più fredda del normale e molto instabile.

Vi rinfreschiamo un po' la memoria sul gennaio del 2013, forse qualcuno si è dimenticato di quale ne sia stato l'andamento della sua prima parte:
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.52: A90-GRA Salaria-Casilina

coda incidente

Code, incidente a 89 m prima di Svincolo 17: Tor Bella Monaca (Km. 35) in direzione Area di servi..…

h 18.52: A11 Firenze-Pisa

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Lucca (Km. 65,8) e Montecatini (Km. 39..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum