Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Controcorrente: l'inganno del riscaldamento globale

I lettori ci scrivono, noi pubblichiamo.

In primo piano - 19 Marzo 2013, ore 13.40

Gentile Alessio Grosso,
vorrei rispondere in breve qui alle sue cortesi osservazioni alla mia lettera sul GW. 
1) Ghiacci artici
 in primo luogo credo vada rilevato che le rilevazioni satellitari dal 1979, e il ritiro ESTIVO dei ghiacci artici di questi ultimi decenni (mentre quelli antartici come noto sono in espansione), sono un argomento troppo esagerato con semplicismo dai “catastrofisti” del GW, perché:
a) è provato che i ghiacci artici si ritirano periodicamente (per effetto di correnti, attività geotermica marina, ecc.), e l’uomo non c’entra nulla.  Legga questo studio apparso di recente, che documenta che 4000 anni fa nella Kamchatka le temperature erano di ben 4° C più alte http://climaterealists.com/?id=11296, quindi a quell’epoca di ghiacci artici non ce n' erano proprio!Un analogo studio, del Politecnico di Torino, http://daltonsminima.wordpress.com/2010/06/03/storia-del-clima-europeo-con-riferimento-a-quello-valdostano-ultima%C2%A0parte/ sul ghiacciaio del Ruitor, in Val d’Aosta, ha stabilito con la radio datazione al carbonio 14, che nella torba del ghiacciaio in ritirata, ad oltre 2000 metri d’altitudine, fino a 3500 anni fa c’erano pollini di tigli e conifere, quindi le temperature nel Neolitico erano mediamente più ALTE di circa 4° C, permettendo insediamenti umani dove ora ci sono ghiacciai!

E analoghe scoperte sono state fatte in Svizzera, Germania, ecc.
Quindi direi sia ora di sfatare anche questo allarmismo dell’Artico che si sta “fondendo”.
b) Ancor più importante il calcolo preciso sugli effetti sulle temperature del nostro. emisfero rispetto alla perdita di circa 2,5 milioni di km^3 di ghiacci artici nel periodo estivo.
Per sfatare i luoghi comuni, ci pensa questo documentato studio/lettera aperta di Lord Mockton, http://climaterealists.com/?id=10426 che matematica alla mano (la cosa più importante), dimostra che lo scioglimento di 2,5 milioni di km^3 di ghiacci artici, oltre ad avere molti precedenti nel passato (ad esempio tra gli anni ’20 e ’50) influenzerebbe le temperature globali al massimo di solo 1/20 di °C, cioè 0,05°C!

E ciò avverrebbe solo se la perdita fosse permanente, e non solo estiva come accade.
Quindi direi che è tempo di analizzare bene i dati, in tutte le loro implicazioni, e usare la matematica, la fisica, e la scienza vera, e non l’emotività del catastrofismo.
 
2) Estati “più calde” del passato?
Concludo con una breve chiosa alle sue affermazioni sulle estati che – a suo avviso – oggi sarebbero più lunghe e più calde del passato.
Non sembra proprio, in realtà (a parte l’eccezione dell’estate 2003, un’anomalia più unica che rara), molti hanno già fatto notare che i dati delle stazioni meteo non sono omogenei con quelli del passato, perché molte stazioni meteo sono collocate in ambienti URBANI (= isole di calore) laddove 40-50 anni fa in quei luoghi vi era vegetazione, assenza di auto, cemento,  ecc.

Ed è ben noto che nelle isole di calore urbane le temperature possono essere anche 4°-5° C più alte rispetto a quelle di campagna, poiché vi sono auto, condizionatori, cemento, asfalto, attività industriali, ecc. Altro luogo comune, già discusso lo scorso anno, è quello del presunto “agosto fresco” del passato, rispetto ad oggi.

Così non è, i dati secolari, da inizio '900, di Milano e Roma smentiscono che ad agosto ci fosse in passato questo “rinfrescamento” rispetto a luglio, le temperature sono quasi simili. E’ a settembre che in Italia le temperature calano bruscamente.

Quindi: nihil sub sole novi!
 


Autore : Roberto Frigerio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.10: A14 Ancona-Pescara

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Teramo-Giulianova-Mosci.. (Km. 334,4) in uscita in entrambe le dire..…

h 18.10: A8 Milano-Varese

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Gallarate (Km. 29,9) e Allacciamento A..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum