Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Continua a piovere, i grandi laghi del nord "scoppiano" di salute

I livelli dei grandi laghi del nord Italia sono ai massimi storici. Sul Lario sfiorata l'esondazione a Como città. Gonfi anche i fiumi che portano a valle la neve in scioglimento alle basse quote prealpine.

In primo piano - 11 Maggio 2010, ore 12.44

Non accadeva da una trentina di anni. I livelli dei laghi Maggiore, Di Como e Di Garda sono ai massimi storici per il periodo. Il tutto è dovuto ad una serie di fattori concomitanti che ha fatto di questo inizio maggio una fase come da anni non la si vedeva.

Sui monti a bassa quota la neve caduta durante l'inverno ha completato il suo normale scioglimento, mentre a ondate arriva acqua anche dalle cime superiori ancora abbondantemente ammantate di bianco, sensibili agli sbalzi termici causati dal continuo alternarsi di aria mite e di refoli più freddi. La portata dei fiumi che alimentano i grandi laghi è sotto controllo ma ben monitorata, perchè è proprio da li che potrebbe arrivare a sorpresa la classica goccia che fa traboccare il... lago.

In effetti il Lario ha provato ad esondare a Como città venerdì 7, rimanendo sotto la soglia solo di pochi centimentri. La seguente distribuzione più irregolare e la tempistica più cadenzata delle precipitazioni ha permesso un rientro della situazione e ora il capoluogo lariano si salva per circa 35 centimetri. Impressionanti i dati riferiti agli afflussi al lago che nelle ultime sei ore hanno irrogato nel bacino ben 945 metri cubi al secondo.

Anche il Lago Maggiore sta rispondendo alle abbondanti precipitazioni di inizio maggio gonfiandosi minacciosamente. I livelli di esondazione rimangono comunque lontani e per di più, dopo il picco di venerdì 7 che aveva portato le acque a 52 centimetri dalla soglia di fuoriuscita alla località di Laveno, la situazione appare ulteriormente migliorata e le emergenze scongiurate, almeno per ora. L'ultima esondazione lampo si era registrata nel novembre del 2008 in località Ranco.

Riscontri analoghi anche sugli altri grani bacini prealpini, con il Lago di Garda che si è attestato da circa una settimana al livello massimo storico di maggio. La misurazione è stata effettuata a Peschiera, dove è tenuto sotto monitoraggio anche il deflusso delle acque lacustri entro il fiume Mincio. 

Parallelamente a questo stato di allerta occorre però far presente che il bliancio idrico dei grandi bacini, dato il periodo stagionale in corso, considerato anche gli apporti massimi annuali che arriveranno dallo scioglimento delle nevi tra giugno e luglio, pare salvo fin d'ora. Un'estate che non fa paura ci aspetta dunque, comunque andrà la prossima stagione e tutti i suoi nuovi interrogativi.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.40: A55 Tangenziale Sud Di Torino

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo Stupinigi (Km. 15,1) e Svincolo Debouche' (Km. 13,3) i..…

h 23.34: A55 Tangenziale Sud Di Torino

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo Debouche' (Km. 13,3) e Svincolo Stupinigi (Km. 15,1) i..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum