Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Confronto tra modelli, perturbazioni in arrivo al nord entro la settimana prossima?

Riusciranno le perturbazioni atlantiche ad entrare sul nostro Paese? Su questo articolo un confronto tra il modello europeo e quello americano.

In primo piano - 11 Settembre 2014, ore 12.45

Che qualcosa stia inevitabilmente cambiando sui tessuti della circolazione autunnale appena iniziata, è ormai sotto gli occhi di tutti; l'atlantico vigoroso ed autoritario che ha influenzato il tempo della stagione estiva, è stato sostituito da un tipo di tempo che, in ambito europeo, contempla la presenza di protagonisti differenti. Le diverse figure bariche si inseriscono in un contesto circolatorio assai più disturbato, la corrente a getto si presenta ora frammentata, poichè la ripartenza del Vortice Polare alle alte latitudini sta irrimediabilmente compromettendo quelli che sono stati i delicati equilibri che hanno plasmato la stagione estiva appena trascorsa.

Una delle manifestazioni più importanti di questo cambiamento, è rappresentato dalla stazionarietà delle figure di alta e di bassa pressione che tendono ad evolvere con molta più difficoltà rispetto al recente passato. Questa situazione tende così a favorire una scarsa evoluzione delle pedine bariche sullo scacchiere europeo.

Da diversi giorni Meteolive si impegna a comprendere quelle che potranno essere le mosse della vasta circolazione depressionaria prevista svilupparsi sulla penisola Iberica.


La sua presenza troverà risposta in una modesta caduta della corrente a getto dalla regione canadese in direzione dell'oceano Atlantico, laddove andrebbe costituendosi un'importante figura di bassa pressione ricolma d'aria fredda alle quote superiori. Gli effetti legati alla presenza dell'aria fredda atlantica resterebbero per lungo tempo confinati all'Europa occidentale mentre il richiamo d'aria caldo-umida prefrontale potrebbe raggiungere le regioni settentrionali entro la prossima settimana, portando ad una fase piovosa che avrebbe dei risvolti abbastanza importanti.

Riuscirà o no la depressione ad avanzare verso il Mediterraneo centrale?


La rottura della corrente a getto sull'Atlantico canadese, finirebbe con l'interrompere almeno parzialmente i flussi d'aria più fredda diretti alla depressione europea. I modelli di previsione non riescono ad inquadrare nel dettaglio quello che sarebbe il ruolo recitato da questa circolazione depressionaria lungo lo stivale italiano; le regioni centrali e meridionali sembrerebbero incorrere nella rimonta d'aria calda veicolata dall'anticiclone, le regioni del nord (con particolare riferimento all'angolo occidentale) potrebbe essere investito dal flusso con più facilità rispetto agli altri settori, sperimentando condizioni piovose a partire dalla metà della prossima settimana.

In tal senso la previsione del modello americano mostrerebbe una leggera maggiore avanzata della sopraccitata depressione verso il Mediterraneo, andando inevitabilmente ad influenzare lo stato del tempo su alcuni settori dello stivale. La previsione emessa dal centro di calcolo europeo sposa invece una resistenza anticiclonica più accentuata, gli effetti legati alla depressione resterebbero confinati ai settori francesi. La stessa depressione sarebbe poi in grado di avanzare sull'Italia settentrionale solo a cavallo tra la seconda e la terza decade di settembre.
 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.38: A1 Roma-Napoli

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento Diramazione Roma Sud (Km. 576,3) e Valmontone (Km...…

h 05.34: A1 Roma-Napoli

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento Diramazione Roma Sud (Km. 576,3) e Valmontone (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum