Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Confronto modelli: è LITE sul tempo del prossimo futuro

L'incertezza previsionale serpeggia tra gli elaborati questa mattina. Ecco il punto della situazione.

In primo piano - 10 Febbraio 2016, ore 09.30

L'inverno è pronto a sparare le uniche cartucce rimaste, dopo una stagione complessivamente fallimentare e che solo l'ultimo periodo ha saputo parzialmente riscattare con ritorno di nubi e precipitazioni sul Bel Paese.

Manca il freddo, ma la neve si è fatta vedere nei posti giusti e ciò ha consentito di "salvare il salvabile" in una stagione che pareva compromessa per intero.

I prossimi giorni, per fortuna, non promettono alta pressione, bensì nuovi apporti di maltempo proveniente dalle alte latitudini.

Non si tratterà di aria particolarmente fredda, ma comunque molto instabile ed in grado di produrre rovesci in pianura e nevicate in montagna.

I modelli (come spesso succede in questi casi) "litigano" sulla posizione delle depressioni da contrasto sul Mediterraneo. Per alcune regioni basta una modesta differenza di posizione del minimo per passare dal sereno/limpido al perturbato; di conseguenza non è mai facile districare la matassa meteorologica in una nazione orograficamente tormentata come la nostra.

Il periodo preso come campione di riferimento per il nostro confronto è la notte tra domenica 14 e lunedì 15 febbraio.

La prima cartina inquadra la previsione imbastita questa mattina dal modello americano per il periodo in parola. Da notare una depressione sul Mar Ligure foriera di maltempo per gran parte dell'Italia, specie centro-settentrionale. Con questa situazione, la neve arriverebbe "bassa" sulle regioni settentrionali, snobbando comunque le pianure.

Si tratterebbe della classica situazione di maltempo generalizzato indotta dall'intrusione di aria fredda dalla valle del Rodano...e conseguente ciclogenesi sul Mar Ligure.

Sembrerebbe tutto facile...se non arrivasse il modello europeo a mettere i bastoni tra le ruote a questo interessante progetto.

La colpa? Della solita alta pressione, ovviamente, che secondo l'elaborato nostrano sarà in odore di spanciamento durante il periodo sopraindicato.

L'aria fredda verrebbe di conseguenza "strozzata" nel suo incedere verso sud e la depressione da contrasto potrebbe formarsi altrove, snobbando parte delle regioni italiane (segnatamente il settentrione-seconda figura a lato).

Il modello canadese cerca di fare da paciere tra i due litiganti, proponendo una configurazione intermedia (terza cartina a lato).

Secondo questo elaborato, la presenza dell'alta pressione ad ovest non dovrebbe disturbare troppo il fluire dell'aria fredda verso il Mediterraneo. Si creerebbero molte depressioni da contrasto di difficile localizzazione, una di queste in prossimità del settore centro-settentrionale italico.

Chi avrà ragione? Osservando la media ens, al momento riteniamo che la tesi americana sia maggiormente credibile, anche se non di molto. Volendo esprimersi in percentuale: 60% per il modello americano, 40% per l'europeo.

Nei prossimi giorni faremo il punto della situazione anche alla luce delle nuove emissioni dei modelli.

Se metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente sulla tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive 

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.09: A27 Mestre-Belluno

fog

Nebbia nel tratto compreso tra Barriera Di Belluno (Km. 75,2) e Pian Di Vedoia-Ss51 Di Alemagna (Km..…

h 08.09: A1 Raccordo Tangenziale Est Di Milano

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano Napoli e Allacciamento..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum