Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Confermato: venerdì 14 torna la neve fino in pianura al nord

I primi fiocchi potranno già comparire su Piemonte, Valle d'Aosta, entroterra ligure e ovest Lombardia giovedì sera, per poi interessare venerdì gran parte del nord. Nel corso della giornata però trasformazione in pioggia sulle pianure del nord-est e sulla bassa Padana. Ancora neve fin sui fondovalle nelle Alpi.

In primo piano - 10 Dicembre 2012, ore 12.52

 La seconda nevicata nel giro di una settimana sul nostro settentrione. Niente male come inizio stagionale. Come sempre però le nevicate sull'Italia sono sempre piuttosto selettive. Se nell'episodio del 7 dicembre sono rimaste fuori Liguria e Piemonte, con quello del 14 saranno le pianure venete e romagnole a vedere la nuova neve in arrivo con una toccata e fuga.

Dopo i ripetuti afflussi di aria polare, l'ultimo dei quali sospingerà aria molto fredda verso il nostro Paese nella giornata di mercoledì 12, l'impostazione della circolazione sullo scacchiere euro-atlantico tenderà a modificarsi. Non più aria fredda dal grande nord, ma aria relativamente più mite dal grande oceano, l'Atlantico.

La prima aria mite si vedrà costretta a scorrere forzatamente con la sua nuvolosità al di sopra del consistente cuscino gelido giunto i giorni precedenti, tanto varrà l'inizio delle nevicate che già dalla serata di giovedì 13 potranno interessare Piemonte, Valle d'Aosta, entroterra ligure e ovest Lombardia. 

I fiocchi nella notte su venerdì guadagneranno rapidamente tutta la pianura padana e i fondovalle alpini, riuscendo anche a tratti a sconfinare verso la Liguria sulle province di Genova e Savona, Tramontana scura permettendo. Accumuli considerevoli attesi su questa regione sopra i 500 metri.

Venerdì partirà in bianco su quasi tutto il nord, con accumuli anche notevoli sulle montagne liguri e friulane, ma con il passare delle ore l'aria mite tenderà ad erodere il cuscino freddo a partire dai settori meridionali ed orientali, quindi Liguria, Venezie, est Emilia e Romagna. Su questi settori la neve potrebbe lasciar spazio alla pioggia sotto i 500-600 metri (in Liguria anche fino a 1000-1200 metri), mentre la neve continuerà a cadere sui fondovalle alpini e al nord-ovest, segnatamente su alta pianura piemontese, lombarda e fondovalle aostano.

Una pausa interverrà tra il passaggio del ramo caldo della perturbazione, atteso nel pomeriggio, e quello freddo (ma pur sempre più mite dell'aria preesistente), che arriverà in serata. Al sopraggiungere del buio ecco quindi nuove precipitazioni con la neve che in pianura e nelle vallate prealpine si farà bagnata anche al nord-ovest, sintomo che il ricambio d'aria sarà ormai imminente. 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum