Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Come sopravvivere se una VALANGA vi travolge?

Quello che forse molti NON sanno.

In primo piano - 20 Gennaio 2017, ore 13.16

Immaginate di essere ai margini di un bosco rado attorno ai 1700 m di quota. Di fronte a voi un canalone non ancora scaricato che si spinge fin sotto la cima della montagna che è di 2300 m circa.

La temperatura è superiore agli 0°, il cielo è coperto, cade a tratti pioggia mista a neve. Ad un tratto avete la brillante idea di chiamare un amico che si trova su uno sperone di roccia poco più in alto.

Le onde sonore danno il colpo di grazia ad un manto nevoso già molto instabile e di colpo parte la valanga. Un rumore sordo accompagna il distacco del lastrone di neve bagnata che porta con sè verso valle un mucchio di detriti e scorre su un manto nevoso vecchio parzialmente ghiacciato che non fa alcuna presa.

Che fare? La decisione dev'essere istantanea:
1 cercate di spostarvi su un lato prima di essere colpiti
2 cercate di impedire alla neve di entrarvi in bocca e nel naso
3 cercate di ancorarvi al primo albero resistente che vedete nelle vicinanze
4 se non riuscite, cercate di rimanere a galla sulla superficie "nuotando" nella valanga.
5 fate attenzione a non urtare alberi e rocce

La valanga a breve rallenterà.

A quel punto:
1 fin che la neve si muove portarsi il più possibile in superficie
2 scavate una sacca d'aria davanti alla faccia e provate a trovare un'apertura.

La valanga si fermerà.
Che faccio?
1 cerco di uscire
2 richiamo l'attenzione delle squadre di soccorso; la neve attenua i suoni ma la voce di una persona può essere udita se non è sepolta in profondità.
3 risparmiare l'ossigeno: non lottare contro la sensazione di svenimento.
4 se non capite se siete rovesciati, provate con la saliva. Se si staccherà del mento, significa che siete a faccia in giù.

Ogni persona che si sposta su un terreno valanghivo deve portare con sè un ARVA (apparecchi di ricerca in valanga), strumenti elettronici capaci di trasmettere e ricevere segnali radio. Esso va tenuto acceso in trasmissione e spento solo alla fine della gita.
E se la valanga ci coglie all'interno di un veicolo? Anche se per fortuna si gode di una maggiore riserva d'aria, l'avvelenamento da monossido di carbonio rappresenta un rischio concreto quando un veicolo rimane sepolto nella neve, in quanto i gas di scarico entrano nel veicolo.

Alcune precauzioni dunque:
-spegnere luci e motore
-se avete radio o cellulare chiamare aiuto
-azionare i lampeggianti se il veicolo ne è dotato
-abbandonare il veicolo solo se siete certi di poter uscire dalla valanga con i vostri mezzi.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.41: A26 Genova-Gravellona Toce

controllo-velocita

Controllo velocità nel tratto compreso tra Allacciamento Diram. Predosa-Bettole (Km. 45,3) e Aless..…

h 13.35: Roma Via dell'Amba Aradam

incidente

Incidente, difficoltà di circolazione sulla Via dei Valeri…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum