Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Come si elabora una previsione? Scopriamolo con Meteolive, dietro le quinte

Dove è finito il grande freddo, cosa causa i cosiddetti "ribaltoni previsionali"? Elaborare una previsione impone professionalità, abnegazione, tempismo, intuito, costanza, passione. Il prodotto finale visibile a tutti è frutto di un duro lavoro d'equipe che Meteolive svolge quotidianamente dietro le quinte.

In primo piano - 18 Gennaio 2011, ore 08.57

Il lavoro inizia presto al mattino, o forse non finisce neanche la sera prima, soprattutto quando gira aria di neve. E quando i meteorologi svizzeri, francesi o tedeschi hanno già prontamente impostato lo schema previsionale, noi italiani siamo ancora all'inizio o, bene che vada, a metà. Certo a metà, proprio come la nostra bella Penisola che si divide tra il bello e il cattivo tempo, tra l'inverno e la primavera. Mai una volta che questa benedetta Penisola sia unita sotto lo stesso tipo di tempo, mai le stesse masse d'aria, mai gli stessi fenomeni.

Spesso sull'Italia neve e venti miti sono il rovescio della stessa medaglia. Prendiamo ad esempio quanto accaduto nell'ultima settimana del gennaio 2009: un nucleo gelido è in partenza dalla Siberia con destinazione Europa e Mediterraneo secondo un moto noto come "retrogrado" (da est verso ovest). Messosi in viaggio, i modelli matematici fiutano che la traiettoria più che retrograda sarà antioraria; il freddo difatti inizia a deviare alla propria destra. Tutto l'impianto previsionale di partenza, prontamente divulgato ai nostri lettori, viene man mano limato e corretto. L'angolo di deviazione e l'ampiezza dell'onda fredda è tale che l'Italia rimarrà potenzialmente a cavallo del vortice ma già il sud esce dal raggio d'azione del freddo. Le Alpi poi faranno il resto e devìeranno definitivamente il malloppo sull'Europa centrale mettendo il freddo fuori gioco anche sulle nostre regioni centrali.

Altro ridimensionamento dei modelli, altra comunicazione ai nostri lettori, alcuni dei quali si inquietano; la destinazione non sarà più l'Italia ma le isole Britanniche. Lassù avverranno le bufere destinate in un primo momento al Bel Paese. In Italia solo il nord rimarrà in parte dentro alla morsa della neve. Un ulteriore aggiustamento delle carte e finalmente la prognosi corretta, anche questa, dulcis in fundo, divulgata ai lettori con l'inequivocabile rovescio della medaglia e un generale malcontento, soprattutto da parte dei cosiddetti "freddofili" del centro-sud; la neve concessa in extremis al nord e il mite Scirocco sul resto d'Italia.

Tutto si è giocato sul filo dei chilometri. Previsione ribaltata? Questo è il rischio delle proiezioni a lungo termine, quelle che ci chiede la gente. Ma come possiamo spiegare ai nostri lettori che proprio alcune situazioni, solitamente le più delicate e che ingenerano attese e speranze, imporrebbero di navigare a vista? A volte infatti, nonostante tutto venga fatto a regola d'arte, qualcosa va storto.

La fonte dell'errore spesso deriva da una lacuna iniziale in un modello fisico-matematico preso a riferimento, ad una modellizzazione troppo schematica di una certa porzione di territorio, ad una situazione che già a monte può presentare vari problemi diagnostici che ne minano l'attendibilità previsionale. Qui subentra ancora una volta l'intuito e l'esperienza ma non basta; abbiamo anche a disposizione la statistica, si vanno a reperire i modelli d'insieme, quelli che includono volutamente varianti alla situazione di partenza, così da avere un colpo d'occhio che indirizzi verso una soluzione previsionale piuttosto che su un'altra.

Così facendo si ottiene una media che la probabilità ci consegna come responso. Ma ancora non basta. E allora? E allora si dovrebbe accorciare la gittata della previsione, magari solo a 24 ore. Ma i lettori poi dissentono e dicono: "Così è troppo comodo". Ognuno vuole la sua parte e non ammette errori. Quelli no, non sono previsti, neanche contrattualmente. Lo strappo è fatto; chi magari deluso da una previsione che nel giro di pochi giorni ha modificato, se non ribaltato una prognosi inizialmente favorevole, ci scrive obiettando.

Eppure quel "ribaltamento" altro non è se non l'atto finale di un costante e puntuale aggiornamento dell'evoluzione circolatoria prospettata dai maggiori modelli fisico-matematici a nostra disposizione e che noi non facciamo altro che tradurre in modo chiaro e semplice per voi: un lavoro non facile. In sostanza i modelli si ribaltano perchè si ribalta la realtà, perchè l'atmosfera, per quanto matematicamente schematizzabile, è un sistema caotico e non può essere imbrigliato in uno schema numerico.

Modelli e meteorologi inoltre, non ribaltano di sana pianta una previsione ma correggono il tiro limando gli errori iniziali per pervenire ad una diagnosi il più attinente possibile. Naturalmente come previsori abbiamo l'obbligo di interpretare queste modifiche e tradurle in una prognosi parimenti corretta, anche apportando modifiche di assestamento all'impianto previsionale nelle sue linee generali.

Per concludere: la nostra informazione, soprattutto quando si tratta di tendenze evolutive a lungo medio-raggio, non va intesa come una sentenza rigida, perentoria che una volta espressa viene depositata in cancelleria, controfirmata da notaio e messa agli atti in parco chiuso, ma va intesa come una tendenza evolutiva di tipo dinamico. Esattamente come evolutivo è il tempo nelle sue caratteristiche più intime. Che senso avrebbe altrimenti un quotidiano meteo e che ha anche all'interno la parola LIVE? :-)


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum