Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Come potrebbero agire sull'Europa le anomalie delle temperature superficiali oceaniche? (prima parte)

Il coupling oceani-atmosfera è uno dei meccanismi che il clima utilizza per mantenersi intorno al suo punto di equilibrio. Il concetto è sempre quello di distribuire in modo ottimale il calore solare che incide sulla superficie terrestre in modo molto diverso a seconda della latitudine.

In primo piano - 23 Giugno 2010, ore 10.52

Il fine ultimo è quello di redistribuire nel modo più omogeneo possibile il calore solare sulla superficie terrestre. Un lavoro arduo e, se vogliamo, anche impossibile da portare a termine nella sua interezza. Dovesse infatti essere portato a compimento, non esisterebbero più contrasti, non avrebbe più modo di soffiare il vento ma soprattutto non avrebbero più modo di formarsi le nuvole e precipitazioni.

Invece l'impianto di" climatizzazzione" del Pianeta poggia le sua basi su una condizione di quasi-equilibrio attorno al quale si svolgono le intricate vicende climatiche in continua evoluzione. Importante e anzi, se vogliamo, determinante, è la relazione che lega le anomalie degli oceani e la circolazione atmosferica. Notissime le influenze che ha il clclo dell'ENSO (Nino- Nina) sul clima dell'intero Pianeta. Importantissime anche quelle che ha la MJO (indice dell'onda convettiva tropicale) sulla collocazione delle anomalie termiche degli oceani tropicali.

Naturalmente non possiamo prescindere da quelle influenze che risultano determinanti per il clima europeo: l'andamento dell'indice atlantico AMO, oscillazione pluridecennale delle temperature atlantiche nativo dalla magnitudo della Corrente del Golfo. Le acque calde che si formano sull'Atlantico tropicale crea lo sviluppo di intensa nuvolosità temporalesca la quale, con le sue precipitazioni, tende ad annullare l'anomalia e a farla progredire verso nord.

Ecco che la piscina calda arriva sul medio Atlantico e viene a interessare la circolazione delle medie latitudini. La corrente a getto polare tende ad essere deviata in senso orario attorno a questa anomalia e va ad alimentare dunque una struttura di alta pressione con radice subtropicale che poi si espande verso l'Europa risultando determinante anche per diversi mesi.

Le piogge in area mediterranea diventano più scarse, vengono a mancare soprattutto gli apporti delle perturbazioni oceanche, mentre guadagnano importanza le strutture depressionarie inserite negli scambi meridiani. Sull'Europa vengono dunque ad alternarsi imponenti ondate di calore di radice nord-africana (soprattutto in estate), ad irruzioni di aria artica (più frequenti nella stagione invernale). L'Italia e il Mediterraneo presi più di frequente dalla prima situazione.

L'anomalia, con tutte le sue varie sfumature, può durare diversi anni, al momento la statistica pone i limiti della medesima entro i 20 anni, ma si è notato che le oscillazioni possono essere più frequenti e/o irregolari. Ma cosa accade quando l'anomalia qui descritta è totalmente ribaltata? Nel parleremo nella seconda pate, continuate a seguirci.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.11: A1 Roma-Napoli

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Anagni - Fiuggi (Km. 603,5) e Colleferro (Km. 592,5) in direzio..…

h 20.11: A90-GRA Salaria-Casilina

incidente

Incidente a 89 m prima di Svincolo 17: Tor Bella Monaca (Km. 35) in direzione Area di servizio Ca..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum