Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Come mai con l'alta pressione invernale si formano le nubi?

Spesso le situazioni anticicloniche in inverno sono caratterizzate da tappeti nuvolosi anche estesi, che in genere non portano precipitazioni. Cerchiamo di capire come mai.

In primo piano - 31 Dicembre 2010, ore 09.55

Al termine "alta pressione" ( o "anticiclone"), viene comunemente associato tempo stabile e soleggiato.

In estate l'Italia è quasi sempre sotto configurazioni di questo tipo, che ci garantiscono il caldo, tanto sole e poche nubi in cielo.

L'alta pressione, tuttavia, può presentarsi sulla nostra Penisola anche in inverno. Basti ricordare la lunga sequenza di inverni altopressori negli anni 90, che hanno mandato in crisi molte stazioni sciistiche a bassa quota.

L'anticiclone invernale, pur portando assenza di vento, di precipitazioni e smog nelle nostre città, non viene quasi mai accompagnato da cieli sereni. Anzi, in alcuni casi si possono formare tappeti di nubi stratiformi che possono persistere sull'Italia per molti giorni, determinando una situazione uggiosa e deprimente.

Come mai, anche con l'alta pressione, si formano le nubi? Sappiamo bene che l'aria fredda pesa di piu rispetto a quella calda. In assenza di ventilazione, questa può quindi ristagnare a livello del suolo (proprio perchè è pesante) e formare strati freddi anche densi.

L'aria calda, invece, è piu leggera e non può quindi ristagnare al suolo.

Quando sull'Italia arriva un'alta pressione, questa è sempre accompagnata da aria calda alle quote medio-alte dell'atmosfera.

Se l'anticiclone arriva in inverno, trova temperature al suolo piuttosto fredde, proprio per il motivo sopra menzionato. L'aria calda, quindi, tende a sovrascorrere sopra lo strato freddo sottostante, in quanto più leggera.

In pratica è come quando si alita sopra uno specchio piu freddo...e lo specchio inevitabilmente si appanna.

Nel punto dove si "annida" l'aria calda si forma quindi uno strato nuvoloso (omologo dell'appanno sullo specchio) che resta quasi intrappolato ad una certa quota.

La pressione alta, inoltre, non consente alle nubi di spingersi verticalmente verso l'alto e di bucare lo strato di inversione. Ne consegue quindi la presenza di una cappa nuvolosa molto estesa, ma relativamente sottile e non foriera di piogge (a parte pioviggini locali).

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.59: A1 Firenze-Roma

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Orvieto (Km. 451,4) e Attigliano (Km. 479,7) in entrambe..…

h 05.41: A29 Palermo-Mazara Del Vallo

blocco

Chiusura corsia nel tratto compreso tra 4,079 km dopo Svincolo Cinisi (Km. 19,1) e 6,057 km prima d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum