Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Come evolverà la situazione? Spiamo il satellite...

Studiamo i possibili sviluppi dell'imminente peggioramento sul nord Italia tracciando una breve analisi sulla base delle ultime immagini satellitari

In primo piano - 20 Novembre 2007, ore 11.38

Una saccatura in discesa verso le medie latitudini ha scavato un profondo minimo depressionario sulle acque al largo del golfo di Biscaglia. Il blocco di aria fredda inseritosi sul lato posteriore sinistro del vortice, ha creato un'evidente nuvolosità cumuliforme denominata "a cella" in rotazione antioraria sopra alle acque dell'Atlantico. La spinta posteriore fredda ha nel contempo generato un imponente richiamo di aria mite e umida in risalita dalla parte opposta della struttura depressionaria, instaurando un vigoroso flusso di correnti meridionali sul Mediterraneo occidentale con un significativo tiraggio caldo proveniente dal nord-Africa. L'apporto mite si trova poi a scorrere sul mare traendovi grandi quantitativi di umidità utili alla formazione di nubi e piogge. Il contrasto tra le due masse d'aria dunque è notevole e ha prodotto la costruzione di una complessa serie di sistemi frontali che ora si muoveranno sull'Europa occidentale in seno al ramo ascendente della corrente a getto sovrapposta in alta troposfera. Il flusso caldo-umido in risalita dal nord-Africa denominato tecnicamente Warm Conveyor Belt (nastro trasportatore caldo), precede l'arrivo di un fronte freddo a doppia struttura che impegnerà prevalentemente il settentrione d'Italia. La prima parte della perturbazione la cui nuvolodità è generata direttamente dalla Warm Conveyor Belt e giungerà mercoledi al nord-ovest determinando precipitazioni diffuse ma moderate, accompagnate da una progressiva erosione del preesistente cuscinetto freddo con un graduale rialzo delle temperature a partire dai settori più orientali. La seconda parte del sistema frontale irromperà giovedi incalzato dall'aria fredda che preme sulla sua parte posteriore e produrrà precipitazioni intense su tutto il nord, anche sotto forma di rovescio su Liguria e alta Toscana, mentre al centro-sud lo scorrimento caldo farà lievitare ulteriormente i termometri portandosi dietro una nuvolosità per lo più sterile. La resistenza del promontorio anticiclonico subtropicale frattanto frenerà decisamente l'avanzata dei corpi nuvolosi i quali saranno pertanto costretti ad indugiare sulle nostre regioni settentrionali anche per la giornata di venerdi determinando una situazione di persistente sbarramento a sud di Alpi e Appennino ligure con ulteriori significativi apporti precipitativi.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum