Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CLIMA & VENDEMMIA 2007: vino di ottima qualità ma più caro!

L'annata 2007 per i nostri vini potrebbe rivelarsi qualitativamente buona e in alcuni casi eccezionale, ma con un calo produttivo del 13% e un aumento dei prezzi sino al 20%.

In primo piano - 3 Settembre 2007, ore 10.22

"Siamo di fronte a una vendemmia molto anticipata, piega Giuseppe Martelli, direttore generale di Assoenologi, per trovarne una inferiore a quella attuale bisogna infatti risalire al 1957, questo a causa delle condizioni climatiche molto particolari". La qualità dei nostri vini, secondo le ultime stime, si presenta eterogenea a causa dell'andamento climatico che ha caratterizzato tutto il ciclo vegetativo ed è interessante per le varietà precoci. Per le altre tipologie le previsioni sono più che buone con molte punte di ottimo e con alcune di eccellenza. L'inverno 2006-2007 è stato fra i più miti e meno piovosi degli ultimi decenni; le temperature di aprile hanno registrato le temperature più alte della media stagionale e hanno confermato l'anticipo vegetativo dell'inverno, mentre la prima parte della stagione estiva, in particolar modo nel Centro Sud, è risultata molto calda e con scarse occasioni piovose. Agosto ha fatto registrare temperature torride al Sud e nella media al Nord, con alcune precipitazioni che sono state alquanto benefiche per la vite. Il calo della produzione vinicola 2007 è legata anche al fatto che la vendemmia, già in corso sarà ricordata come una delle più anticipate degli ultimi decenni: le operazioni di raccolta, in alcune zone, sono iniziate nella prima decade di agosto, con un anticipo che va dai 10 ai 20 giorni rispetto alla media pluriennale. Il decremento produttivo ha le sue massime punte nel Sud Italia ed in particolare in Sicilia dove, in certe zone, si raggiungono punte anche di -50% rispetto allo scorso anno. Il prezzo delle uve e dei vini all'ingrosso sarà soggetto nei prossimi giorni a forti rincari, con punte di maggior interesse per quei vini particolarmente richiesti dal mercato. Mediamente si registrano aumenti compresi tra il 5 ed il 20% sia al Nord sia al Centro sia al Sud, con punte da capogiro per alcuni prodotti come il Prosecco che per alcune partite fa registrare picchi di anche il 100%, rispetto alle quotazioni dello stesso periodo dello scorso anno. In Oltrepò Pavese per Moscato e Pinot Grigio si parla di almeno il 25% in più rispetto allo scorso anno. In Veneto Occidentale la forbice degli aumenti va dal 10 al 30% a seconda delle tipologie. Nelle Marche, nel Lazio ed in Puglia mediamente la lievitazione dei prezzi all'ingrosso supera il 10%. Insomma, come date siamo molto vicini all'annata 2003, ma quella del 2007 si presenterà molto probabilmente con caratteristiche differenti: il calore assorbito dalle piante è stato omogeneo e distribuito in modo più uniforme e per un periodo di tempo più lungo, come rilevato dal calcolo dell'indice di Winkler (che misura la quantità di calore giornaliero assorbito dalle piante). Nel complesso, per gran parte dei vini nazionali ci sono tutti i presupposti per un'annata straordinaria.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum