Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Clima: il riscaldamento globale rialza la testa ma...

I dati satellitari rivelano che i termometri della Terra sono più su della norma di oltre mezzo grado. Ecco le probabili cause e le possibili conseguenze.

In primo piano - 24 Marzo 2010, ore 11.43

Con i dati alla mano non si scappa. E questi dati, provenienti dai satelliti ad orbita polare che scansionano senza sosta la superficie terrestre ci dicono che le temperature globali del nostri Pianeta sono in nuovo rialzo. In realtà il picco del rialzo si è manifestato all'inizio dell'anno, con valori che in bassa troposfera, ossia al livello del suolo, hanno sfiorato gli 0,6°C. Contemporaneamente però, anche negli strati superiori della troposfera è stato rilevato un lieve incremento, il quale seguiva una lunga fase di stallo. Al livello della tropopausa ad esempio, la temperature si sono impennate fino a raggiungere i +0,45°C. Se focalizziamo bene le relative aree climatiche notiamo però ulteriori particolari che si rivelano interessanti nella comprensione di questo fenomeno. Il riscaldamento maggiore, quello che incide sul trend globale, arriva dal comparto artico dove l'anomalia ha superato i +3°C. Il fatto è dovuto al rilascio di calore da parte di tutti quei tratti di oceano un tempo ricoperti dalla banchisa e oggi invece liberi e sensibili alle correnti marine più tiepide. Ma gli oceani sono così importanti per la temperatura terrestre? Importantissimi. Basti pensare alle conseguenze del Nino targato 1998 che fece di quell'anno il più caldo del secolo e la Nina 2008 che introdusse una netta battuta d'arresto delle temperature globali. E qui veniamo al dunque. L'effetto prodotto dal debole Nino 2009, unitamente al passaggio di calore sulla calotta artica, ha quindi spinto la linea delle temperature complessive del Pianeta ad una improvvisa risalita. Ora però il fenomeno opposto che sembra doversi sviluppare nel Pacifico equatoriale, tenderà a raffreddare tali bollori impostando così una nuova oscillazione. Ebbene, l'energia utilizzata dai processi fisici di riequilibrio dovuti proprio a queste continue oscillazioni, unitamente alla sempre blanda attività solare dell'attuale ciclo decennale, è probabile possa consumare il surplus di calore accumulatosi negli anni passati appianando le anomalie derivanti dal riscaldamento globale. Certo tale supposizione in linea teorica segue un filo logico plausibile. I tempi di attuazione e di completamento di questa complessità di processi potrebbe però inciampare in un qualche successivo fattore di destabilizzazzione, rimescolare ancora una volta le carte in tavola e far ripartire il nostro Pianeta verso una nuova avventura climatica che nessuno di noi adesso può conoscere e che forse nessuno di noi potrà vedere.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.44: SS20 Del Colle Di Tenda E Di Valle Roja

blocco

Tratto chiuso causa guasto impianto nel tratto compreso tra Incrocio Limone (Km. 101,8) e Incrocio..…

h 20.33: S03 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (diramazione per Pisa)

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Navacchio-Visignano (Km. 68) e Svincolo Casci..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum