Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Che estate sarà?

Caldo moderato, poche fiammate bollenti e dunque più Azzorre che Africa.

In primo piano - 22 Aprile 2013, ore 11.09

Migliorano complessivamente le proiezioni per l'estate del modello CFS, ma non compare per fortuna l'anticiclone africano, "stirato" frequentemente da correnti occidentali più fresche ed a tratti anche instabili, ma con l'anticiclone delle Azzorre pronto a proteggerci.

Se maggio insomma potrebbe risentire di frequenti scambi di calore con affondi freschi sull'ovest del Continente e rimonte di aria più calda sul nostro sud e sui Balcani, giugno dovrebbe esordire con un letto di correnti occidentali, tale da scongiurare rimonte dell'anticiclone africano, mantenendo aperta a tratti la porta dell'instabilità ma anche quella dell'anticiclone azzorriano.

Al nord transiterebbero anche alcuni fronti temporaleschi rilevanti, con momenti piovosi anche significativi lungo il settore alpino e prealpino, più sporadici ma possibili i fenomeni anche sul resto del Paese, in un contesto termico un po' più fresco della norma sull'insieme del Paese, specie al centro-sud, perchè mancheranno i "bollori" dell'anticiclone affricano.

In questi casi comunque le aree più piovose risultano quelle nord-orientali, con picchi soprattutto sul Friuli Venezia Giulia.

In luglio la lieve risalita della linea di convergenza intertropicale, pur in un letto di correnti ancora mediamente occidentali, dovrebbe determinare condizioni più stabili un po' ovunque, ma ancora con qualche momento temporalesco al nord e a tratti anche al centro-sud, subito però soffocato dalla prevalenza anticiclonica.

Anche durante questo mese l'anticiclone africano non dovrebbe riuscire a spingersi in modo costante e diretto sul nostro Paese, limitando la sua presenza a qualche breve fiammata. Del resto si sa che l'estate, un po' come tutte le stagioni, procede ad episodi.

La mappa termica relativa alla distribuzione media delle temperature a 1500m mostra un caldo nel complesso moderato, con le punte più bollenti confinate al nord Africa e valori anche tollerabili su gran parte del nostro Paese.

Ci sta comunque che nelle isole di calore delle nostre città il caldo finisca poi per fare sul serio anche se non è eccezionale, e i disagi di ogni mese di luglio probabilmente non mancheranno nemmeno quest'anno, ma al momento nulla lascia pensare ad un mese da vero incubo.

Non ci resta a questo punto che analizzare il mese di agosto, che il modello inquadra oggi in una chiave più ottimista rispetto alle precedenti emissioni: flusso da ovest alle medie latitudini abbastanza teso, anticiclone delle Azzorre pronto a proteggerci, caldo moderato, 1-2 ondate di calore un po' più intense e qualche sporadico momento temporalesco nelle Alpi e marginalmente sul nord.

Insomma si tratterebbe dell'agosto da sogno che tutti coloro che partono per le vacanze vorrebbero vivere, anche perchè la carta delle temperature a 1500m appare molto simile a quella valida per luglio.


L'estate 2013 insomma potrebbe trascorrere per 2/3 stabile e abbastanza calda, dopo una partenza a giugno invece un po' sottotona, a tratti anche freschina. Naturalmente si tratta di proiezioni che arrivano a 4 mesi e MeteoLive continuerà ad aggiornarle costantemente.






 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum