Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Cerchi nel grano al microscopio: UFO o scherzi "geniali"?

Immagini geometriche di alta precisione, spighe non recise e microonde. Ecco tutti gli ingredienti di un mistero ancora irrisolto che non convince i più scettici e lascia sognare gli appassionati e i curiosi di ufologia.

In primo piano - 10 Maggio 2010, ore 10.45

Uno dei fenomeni più controversi che infiamma il dibattito tra scettici e credenti è sicuramente quello legato ai cerchi nel grano.

Questo nome per molti non significa nulla ma per tanti appassionati, curiosi e fedelissimi dell'ufologia, è uno dei segni per eccellenza della presenza di intelligenze aliene nell'universo, in visita presso il nostro Pianeta.

Poco tempo fa è stato dedicato anche un film a questi fenomeni misteriosi ma, come purtroppo spesso accade per quelle pellicole che si sforzano di fare divulgazione scientifica, spesso si cade nel paradossale e nel banale pur di raggiungere la spettacolarità delle immagini. Ma cosa sono questi cerchi nel grano? Quando il grano sta per giungere a maturazione, principalmente tra aprile e luglio, in alcuni campi compaiono dei grandi disegni visibili dall'alto con forme di armoniosa bellezza.

Le immagini sono ottenute con una tecnica a "bassorilievo" ossia piegando i singoli fusti delle piantine che, come piccole tessere di diverse gradazioni cromatiche vanno a comporre il mosaico finale. Che cosa hanno di così incredibile? In genere appaiono nell'arco di una notte nel mezzo del campo ed hanno una precisione geometrica impressionante, paragonabile a quella delle grandi piramidi. La grandezza dell'immagine lascia presagire un lungo e difficile lavoro, svolto in pochissimo tempo, al buio e in genere senza tracce come sentieri di accesso al luogo della figura.

Alcuni dei crop circles sono molto rozzi e presentano numerosi indizi che li ricondicono a delle vere e proprie burle, in quelli ritenuti autentici o scientificamente ancora non spiegabili, le piantine di grano sono piegate in corrispondenza di un nodo ma non spezzate e continuano a crescere e maturare orizzontalmente. I chicchi raccolti, se seminati, hanno un rendimento del 110% maggiore rispetto ai normali chicchi.

Il verso di piegatura è a forma spiroidale dal centro del disegno verso la periferia e proprio nel centro geometrico viene rinvenuta una piccola placca metallica che riproduce in piccolo l'immagine realizzata.

Chi li produce? L'opinione pubblica si divide tra scettici e credenti. C'è chi pensa che siano delle burle ottenute con la complicità di più persone che, servendosi di corde e legni ottengono delle forme originali. I credenti o appassionati di ufologia hanno visto alcune sfere luminose aggirarsi sopra le spighe e hanno udito una flebile melodia. Alcuni filmati amatoriali, in corso di accertamenti scientifici, mostrano come al passaggio di questi strani globi le spighe vengano piegate.

Anche su questo punto ci si divide fra chi ritiene che siano delle nuove tecnologie in fase di sperimentazione e chi invece pensa che siano manufatti alieni, disegni degli UFO. Da non scartare affatto l'ipotesi di veri artisti che si dilettano nel disegno nel grano, con forme anche estremamente complesse.

Cosa rappresentano? Forme geometriche che riproducono noti teoremi matematici e algebrici, serie numeriche, oggetti sacri, volti, umani e non. Molti pensano che si tratti di messaggi in codice ma al momento non è stata ancora individuata la "chiave" di decifrazione. La sensazione che si ha nel vederli è di grande armonia, di pace, di ordine e di estrema bellezza. La scienza cosa dice a riguardo?

Ovviamente questo fenomeno viene attentamente analizzato da scienziati di tutto il mondo che concentrano i loro sforzi solo sui disegni non riconducibili alle tecniche umane (perché qualcuno è senza ombra di dubbio fasullo e realizzato da qualche furbone), riconoscibili dalle proprietà biologiche e matematiche appena descritte.

Molti i libri e i testi scientifici redatti dai ricercatori a tal riguardo. In particolare, l'allungamento dei nodi a cui fa riferimento il dott. Haselhoff nel suo libro non ha niente a che vedere con il noto fenomeno del gravitropismo, ossia la tendenza spontanea delle piante schiacciate a curvare i nodi verso l'alto, in modo da permettere alla pianta di raddrizzarsi. Haselhoff e Levengood hanno ipotizzato che l'allungamento dei nodi sia dovuto al riscaldamento, con conseguente dilatazione delle cellule, provocato da microonde emesse da una sorgente elettromagnetica. I dati sperimentali confermano che l'allungamento dei nodi nella formazione varia con la distanza dal centro in maniera inversamente proporzionale al quadrato della distanza, il che fa presupporre ad una sorgente che emette con simmetria sferica, posizionata al centro della formazione.

L'allungamento è maggiore al centro e poi decresce con il quadrato della distanza dal centro, fino a diventare pari a quello del grano fuori dalla formazione. Le altre anomalie riscontrate sono la presenza di insetti morti attaccati alle spighe e la presenza di sfere di SiO2 (ossido di silicio) sul grano, la cui formazione può avvenire solo con un forte riscaldamento. Per diversi giorni dalla realizzazione di questi disegni, sul sito è misurabile una sorta di radiazione di fondo residua, un segnale sonoro che risuona con la tonalità della nota FA. Questa osservazione ha condotto alcuni ricercatori a seguire la pista delle onde sonore ad altissima frequenza ma molti sono ancora i nodi da sciogliere.


Autore : Report redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.34: A23 Palmanova-Tarvisio

coda rallentamento

Code per 4 km causa traffico intenso a Barriera Di Ugovizza-Tarvisio (Km. 105,2) in direzione Ta..…

h 13.31: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti per 3,4 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo SP59 Vigevanese V..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum