Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Cerchi nel grano ad ANCONA; il mistero dei "crop circles" continua!

Scoperti nuovi "crop circle" o cerchi nel grano nei pressi di Ancona. Ma in questo caso, rispetto alle precedenti opere, ci sono elementi che non tornano, e il mistero s'infittisce.

In primo piano - 13 Giugno 2007, ore 10.05

Le opere, rinvenute nei pressi dell'autostrada tra le uscite Ancona Nord e Ancona Sud, sono costituite da figure geometriche di notevole precisione dove il diametro del cerchio principale è di circa ottanta metri ma all'interno, rispetto ai precedenti cerci nel grano scoperti nella zona, altri otto cerchi si intersecano tra loro tracciando i petali di quello che potrebbe essere un fiore. Basta arrampicarsi nel campo, camminando in salita in uno dei tanti solchi lasciati dalle ruote di un trattore, per mettere piede all'interno del "crop circle" e vedere da vicino quei segni nel terreno. Il solco del cerchio che traccia il perimetro ha una larghezza di circa sei metri, quelli dei più piccoli sono di poco più di un metro. Il grano piegato a terra è rivolto sempre nella stessa direzione come spesso accade in queste strutture geometriche. Chi sono gli artefici di queste figure? Alieni provenienti da mondi lontani che cercano di comunicare con un linguaggio a noi incomprensibile oppure si tratta di raffinate opere cerate dall'uomo per attirare l'attenzione dei media? Chi ha tracciato i cerchi, potrebbe averlo fatto senza compiere imprese immani. Un'asse di legno o un rullo sul terreno, una corda per creare un raggio e disegnare la circonferenza per poi muovere l'asse calpestando le spighe. Basta una buona conoscenza della geometria, un metro, un po' di manodopera e il cerchio è disegnato. Ma stavolta, chiunque l'abbia fatto, avrebbe dovuto lavorare tutta la notte. E, qualcuno, passando lungo l'autostrada, avrebbe di sicuro notato qualcosa. Un disegno geometrico tanto perfetto da catturare l'attenzione di Gerlando Scozzari, socio e consulente scientifico del Centro ufologico nazionale, che ieri dalle 15 alle 17 ha compiuto una serie di verifiche sul posto. "Secondo me un opera del genere non può essere prodotta dall'uomo, almeno con le tecnologie attualmente a nostra disposizione. Non è semplice tracciare in poco tempo nove cerchi concentrici con un'inclinazione di trenta gradi ognuno. All'interno dei cerchi le spighe sono spezzate alla base e hanno tutte una piegatura di venti gradi. I noduli si sono ingrossati, come se fossero stati bruciati. Toccandoli, sono più duri del resto della pianta. Per questo dico che potrebbero essere stati usati dei raggi a radio frequenza dall'alto". "Ci sono troppi elementi che non tornano. Se fossero stati fatti da almeno dieci persone, avrebbero dovuto impiegare almeno dieci ore". Scozzari osserva che "non ci sono radiazioni all'interno dei cerchi ma ho verificato la presenza di alcuni picchi di radioattività a tre chilometri di distanza. Potrebbero essere anche i ponti radio della telefonia cellulare, ma il mistero resta".

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.53: A14 Pescara-Bari

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Roseto Degli Abruzzi (Km. 344) e Poggio Imperiale (Km. 507) in en..…

h 17.53: A25 Torano-Pescara

tstorm

Temporale nel tratto compreso tra Pescina (Km. 110,4) e Cocullo (Km. 121,8) in entrambe le direzi..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum