Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Centro-sud: chi rischia il temporale?

Dopo il passaggio dei temporali al nord e regioni tirreniche, è appena iniziata la fase instabile al centro-sud. Interessate principalmente le zone interne ed appenniniche, segnatamente i versanti orientali; ma fenomeni temporaleschi non disdegneranno qua e là il mare e le coste dell’Adriatico, fino alla Puglia.

In primo piano - 4 Agosto 2009, ore 10.08

È ancora in auge la fase moderatamente instabile che sta interessando l’alto Adriatico, con fenomeni temporaleschi che stanno interessando principalmente il mare; più sporadici nell’entroterra croato, del Triveneto e della Romagna. Più attivi si mostrano invece, i fenomeni nell’entroterra marchigiano, a tratti fin sulla costa. Nelle prossime ore, complice il riscaldamento diurno delle terre emerse, numerosi focolai temporaleschi esploderanno lungo la catena appenninica centro-meridionale, in lento movimento verso le coste. Inizialmente saranno interessati ancora l’entroterra ascolano, sud dell’Umbria e Reatino; a seguire l’Abruzzo e il Molise, con fenomeni particolarmente attivi tra le montagne e la fascia collinare prospiciente le coste. Non mancheranno strascichi anche lungo il litorale, ma si tratterà di episodi più brevi. Il grosso dell’instabilità si trasferirà poi, verso sera, sul Gargano, Daunia e zone interne della Puglia, con parziale interessamento anche della Basilicata; specie nel Vulture-Melfese. In genere non si tratterà di fenomeni particolarmente intensi, se non localmente. Durante la notte i fenomeni potranno attardarsi sul mare e interessare ancora, seppure in modo marginale e isolato, le zone costiere dall’Abruzzo alla Puglia. Giornata di domani con il nucleo freddo già al di là dell’Adriatico, ma con moderata instabilità ancora insistente tra il Molise e la Puglia, specie nel settore Garganico. In giornata molte nubi si affolleranno ancora a ridosso dell’Appennino, dalla Romagna alla Calabria; ma i fenomeni saranno decisamente più sporadici e brevi.

Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum