Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CAMMINARE allunga la vita!

Una considerazione sullo stile di vita di noi italiani e sulla rinuncia che da tempo abbiamo fatto alla vecchia e cara passeggiata: sarebbe opportuno ripensarci...

In primo piano - 14 Maggio 2007, ore 08.08

C'era una volta la passeggiata... Sembrerebbe il titolo di un film comico; e lo sarebbe di sicuro, semmai esistesse da qualche parte nelle cineteche hollywoodiane una trasposizione cinematografica sull'incapacità dell'uomo di oggi di ritagliarsi uno spazio utile nell'arco della giornata da dedicare ad una sana camminata, in pieno relax, magari nella cornice di un briciolo di verde. Le automobili ci hanno surclassato, l' "all-in-one" delle nostre architetture urbane ci ha costretto dentro spazi miserrimi alla stregua di sardine imbalsamate nell'olio, e tutto questo in barba alla nostra ancestrale attitudine a condividere la natura con i suoi stessi abitanti. Tutto oggi è fatto su misura, tutto pensato e realizzato per non farci fare due passi in più del minimo indispensabile, nella cornice della guerra dichiarata allo "spreco" dello spazio. Per i nostri uffici si è pensato a poltrone mobili sostenute da rotelle, così da evitare faticosi e reiterati "stand-up" tra la propria scrivania e la fotocopiatrice posta duecento centimetri più in là. E la finestra? Rigorosamente chiusa, tanto fino al 20 aprile ci sono i riscaldamenti e dal primo maggio c'è l'aria condizionata. Per arrivare in ufficio, poi, al secondo piano di una palazzina di quattro livelli, l'ascensore è diventato imperdibile, forse per quello specchio gigante appeso al suo interno che diventa fondamentale nell'ultimo ritocco al "sex-appeal" prima della giornata lavorativa. Poi si torna a casa e, se l'automobile non è disponibile perché magari qualcun altro in famiglia l'ha presa prima di noi, tutto diventa perduto e tutto si deve rimandare a "quando ci sarà la macchina". Il frigorifero è vuoto? Peccato, ma se non c'è la macchina non c'è nemmeno il tempo di arrivare a piedi al negozio di alimentari più vicino, roba di trecento metri, troppi per sobbarcarsi il peso di due buste della spesa. Devo raggiungere i miei amici in centro? Bene, mi occorre uno "scooterino": "Papà, me lo compri?"; "Figliolo, il centro è a dieci minuti a piedi!". "Troppi, io in dieci minuti vado e torno e ho guadagnato un sacco di tempo!". Fu così che le famiglie italiane del Duemila diventarono ditte di trasporto, e i loro eredi vittime ignare di una schizofrenia dilagante. E la passeggiata? E già! Vuoi mettere? Oggi le gambe non vanno più di moda, chi me lo fa fare a camminare più del "necessario"? Oggi ci sono mezzi tecnologici che ci permettono di fare molte più cose di quanto non avvenisse in passato: perché allora sprecare tempo prezioso in una noiosissima passeggiata? Avete visto quante cose si possono fare, tutto sta ad avere uno "scooterino" tra le mani... Che me ne faccio della passeggiata? Non per incarnare il facile ruolo dei nostalgici figli del tempo, ma in passato le cose andavano diversamente. La vita meno frenetica consentiva un ritmo drasticamente più dolce, armonioso, flessibile. Si riusciva a fare a meno dell'automobile, che pure risultava utile per chi si recava a lavoro, e per andare in centro, o a far spesa, oppure dal proprio amico o parente, ci si serviva delle proprie gambe. Certo, si facevano meno cose, però si aveva a disposizione ciò che invece manca all'uomo di oggi, e cioè il contatto con la natura e con l'aria frizzante del fuori-città. Schiavi delle nostre false comodità, prigionieri delle nostre città-carceri, abbiamo cercato di ricreare artificialmente gli ambienti naturali per la soddisfazione dei nostri bisogni, col solo risultato di rinunciare ogni giorno di più ad un margine di salute fisica e mentale. "Mens sana in corpore sano", diceva qualcuno. Ebbene, un corpo sano non può prescindere dai vantaggi fisici e psichici che porta una normale e necessaria deambulazione. Fare quattro passi al giorno risulterebbe più utile di una dieta sconsiderata o di una seduta di troppo dallo psicologo. Fare del movimento con le proprie gambe aiuta a riattivare processi psichici. Camminare significa liberare la mente, sgombrarla dallo stress di ogni giorno, in parole povere evitare che invecchi precocemente. Vi siete mai resi conto di come chi vive in montagna, benché autore di una vita tra le più dure umanamente parlando, senza l'ausilio di farmaci, riesca a conservare un'ottima salute fino ad un'età avanzata? Merito di uno stile di vita regolare, di un'alimentazione genuina, dell'ottima qualità dell'aria, ma soprattutto merito di un incessante movimento fisico basato quasi esclusivamente sulla deambulazione. Ecco perché sarebbe importantissimo riuscire a fare con una certa regolarità del trekking e delle escursioni in montagna. Ma l'uomo di oggi tende a non camminare; e, quandanche sia costretto a farlo, lo fa male e controvoglia, spesso di corsa per guadagnar tempo. Non a caso, la fisioterapia, con tutto ciò che ne sta a monte, dilaga. Peccato che non si riesca a capire che la mancanza di movimento può generare tensione nervosa, pensieri negativi e stress. Peccato, peccato davvero: anche perché basterebbe...una passeggiata!

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.10: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code per 3 km causa incidente nel tratto compreso tra Parma (Km. 110,4) e Terre di Canossa - Campe..…

h 10.09: Roma Via Cassia

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Via Bassano Romano e Via di Grot..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum