Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CAMBIO CLIMATICO: la disputa tra gli scienziati continua...

Vecchie e nuove considerazioni sul clima che cambia.

In primo piano - 7 Settembre 2006, ore 14.34

Ormai la guerra dell'ambiente è una realtà. Un gruppo sempre più folto di scienziati ritiene che i serristi, con le loro posizioni catastrofiste, abbiano ottenuto con facilità crediti per la ricerca. I serristi rispondono che queste argomentazioni potrebbero essere tranquillamente rovesciate: chi finanzia gli studi che si sforzano di dimostrare l'inesistenza del fenomeno dei cambiamenti climatici? Ecco alcune certezze che vengono prodotte dagli scienziati convinti che il cambio climatico sia una realtà accelerata dalle attività antropiche: - il rialzo delle temperature globali tra il 1940 e il 2000 sarebbe stato di ben 0.4°C, malgrado un episodio di raffreddamento tra il 1945 e il 1975. -la calotta dei ghiacciai negli ultimi 150 anni si è ridotta del 50%, la superficie dei ghiacciai del Kilimangiaro si è ridotta del 70% dal 1980. -i ghiacciai della Tanzania scompariranno entro il 2020 e i ghiacciai andini hanno perso il 40% della loro massa negli anni 90. -In Canada i Grizzly, che vanno in letargo normalmente alla metà di ottobre, sono ancora attivi fino a metà dicembre. -La risalita del livello del mare è stata di 18 centimetri in un secolo. -in Francia la data della vendemmia si è spostata in avanti di tre settimane, la foritura ha luogo da 5 a 15 giorni prima della norma. -senza tenere conto della crescita demografica i cambiamenti climatici potrebbero accentuare la penuria d'acqua in 20 Paesi entro il 2025, scatenendo vere e proprie guerre. Ecco invece alcune considerazioni riportate dagli scettici del cambiamento climatico: -tutti i periodi di grande crescita delle piante sono stati caratterizzati da alte concentrazioni di CO2. -alcune piante muoiono se la concentrazione di CO2 è pari a meno di 100 ppm. -incrementando il tasso di CO2 nell'aria fino a 650 ppm le piante crescerebbero del 50% ed utilizzando clamorosamente meno acqua. -secondo L'IPCC delle Nazioni Unite, nel corso dell'ultimo cinquantennio si è verificato un netto aumento delle foreste, la cementificazione non avrebbe inciso sulle foreste ma sulle aree cittadine e costiere. In Italia, nonostante gli incendi, la copertura boschiva sarebbe aumentata dal 60 ad oggi di quasi il 30%. I dati su cui discutere sono talmente tanti che MeteoLive sta preparando alcune monografie specifiche sugli argomenti più "caldi" che faranno certamente discutere.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum