Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Cambiamento climatico: un tema CALDO nella sfida per le primarie americane

Democratici e americani si confrontano anche sul delicato tema dei cambiamenti climatici.

In primo piano - 5 Febbraio 2008, ore 11.32

E' il giorno del super-martedì negli Usa e si andrà al voto in 22 Stati per le elezioni primarie. In testa al momento c'è Hillary Clinton per i democratici e John Mc Cain per i repubblicani, che hanno raggiunto la maggior quota di delegati conquistati per le convention dei rispettivi partiti. Solo il sondaggio della CNN vede la Clinton sotto di 3 punti rispetto ad Obama, mentre tutti gli altri sondaggi la mostrerebbero in grande vantaggio. Tra poche ore scopriremo veramente come stanno le cose. Intanto forse i nostri lettori si chiederanno cosa pensano e come agiranno i protagonisti della scena politica americana rispetto ad uno temi caldi della campagna elettorale, cioè il cambiamento climatico. Vediamo le posizioni democratiche e quelle repubblicane: Hillary CLINTON: E' favorevole a concedere incentivi economici (cap and trade) per le aziende che riducono le emissioni. L'obiettivo è quello di ridurre le emissioni di anidride carbonica dell'80% sotto il livello del 1990 entro il 2050. Per la Clinton, che il riscaldamento sia o no indotto in modo significativo dalle attività antropiche, è necessario che gli States guidino lo sforzo internazionale contro il cambiamento del clima, investendo in tecnologie "PULITE". Anche Barack Obama è favorevole al sistema Cap and Trade, in più per lui è necessario ridurre le importazioni di petrolio di 7,5 milioni di barili al giorno entro il 2025. Diversa, almeno in parte, la posizione repubblica: per Mitt Romney gli Stati Uniti dovrebbero agire per ridurre i gas-serra solo quando gli Stati in via di sviluppo faranno altrettanto. Per Romney gli States devono puntare all'indiependenza energetica e alle fonti come il biodiesel, l'etanolo e il nucleare ma senza abbandonare la pista delle trivellazioni artiche. John McCain è invece più vicino ai democratici: anche a lui piace il sistema "cap and trade" ma si batterà affinchè il piano di riduzione dei gas-serra includa anche i Paesi in via di sviluppo.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum