Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Cambiamento? Ancora troppo presto per sbilanciarsi

Uno sguardo all'evoluzione atmosferica prevista dal modello americano GFS entro le prossime due settimane; anticiclone di nuovo alla ribalta ma sono in ballo altre possibili evoluzioni.

In primo piano - 26 Novembre 2015, ore 17.10

Proprio in queste ore, una circolazione abbastanza importante di bassa pressione governa il tempo dei settori centrali ed orientali del Mediterraneo, portando sui nostri mari una ventilazione molto attiva, associata a frequenti annuvolamenti e precipitazioni che interessano soprattutto i settori centro-meridionali del Paese. Nubi irregolari anche al nord ma senza precipitazioni di rilievo.

Tali condizioni atmosferiche dovrebbero interessarci sino alla giornata di domani, venerdì 27 novembre, prima di lasciar spazio ad un nuovo, importante periodo di alta pressione che prenderà possesso dei settori meridionali europei a partire dagli ultimissimi giorni di novembre in avanti. Un po' di instabilità all'estremo sud che resisterà sino a domenica 29, poi il grande assalto dell'anticiclone, "stirato" sul Mediterraneo da un rinforzo della corrente a getto occidentale che soffierà molto tesa oltre il 50° grado di latitudine nord.

Il picco di massima intensità raggiunto dall'alta pressione nel periodo compreso tra domenica 29 e venerdì 4 dicembre. In questo lasso temporale torneranno a farsi vedere inversioni termiche diffuse, nebbie nelle valli e sulle pianure, nubi basse sui settori marittimi tirrenici e liguri. Valori termici nuovamente in ripresa, escalation della temperatura soprattutto alle quote superiori.

Oltre tale periodo l'evoluzione atmosferica resta molto incerta, tra i molti run statici ed anticiclonici, spunta dal cilindro anche qualche evoluzione che porrebbe risalto ad una ripresa degli scambi di calore diretti alle regioni polari, un'eventualità che potrebbe portare ad un rinnovato dinamismo atmosferico rivolto anche alle medie latitudini d'Europa, grazie alla ripresa del "dialogo" tra medie ed alte latitudini dell'emisfero.

Trattasi tuttavia di una possibilità che, adesso come adesso, potremo definire "recessiva". L'evoluzione più probabile resta quella di una persistenza dell'alta pressione sin verso il termine della prima decade dicembrina e forse (purtroppo) anche oltre.

Seguite le news della sera.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.21: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Vomero (Km. 12,9) e Capodimonte..…

h 07.20: Roma Via di Acilia

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Via Posidippo e Via Cristoforo C..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum