Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Cambiamenti climatici e arte

Lo studio di celebri dipinti dal XV al XIX secolo potrebbe aiutare a comprendere meglio le cause e gli effetti dei cambiamenti climatici del passato.

In primo piano - 8 Ottobre 2007, ore 10.00

Per poter comprendere meglio i cambiamenti climatici del passato e capire l'evoluzione futura del clima, un team di autorevoli scienziati greci, ha provato ad attingere informazioni da scorci paesaggistici rappresentati in famose pitture del XV al XIX secolo. La ricerca, presentata recentemente ad un importante convegno ad Atene, mira a comprendere le relazioni delle grandi eruzioni vulcaniche con i grandi cambiamenti climatici del passato. Nel corso della ricerca durata cinque anni e guidata dal fisico Christos Zerefos, docente all'Università di Atene e presidente dell'Osservatorio meteorologico della capitale ellenica, gli esperti hanno analizzato ben 550 quadri di 181 artisti in cui era rappresentato il sole al tramonto e da queste osservazioni, ha spiegato il fisico, "siamo riusciti a desumere importanti informazioni sulla concentrazione delle particelle atmosferiche". L'arte e in particolare la pittura sono tra le poche testimonianze attendibili degli avvenimenti del passato. Il pittore naturalista dipingeva spesso in tempo reale ciò che osservava, congelando su tela i dettagli ma soprattutto i colori del paesaggio e del cielo. Ed è stata proprio la presenza del colore rosso, in alcune rappresentazioni, a destare la curiosità degli scienziati ellenici. Tra i dipinti più famosi spiccano il "Cielo rosso e luna crescente" di William Turner nel 1818, realizzato tre anni dopo l'eruzione in Indonesia del vulcano Tambora e il famoso dipinto "Il lago", realizzata dallo stesso autore 10 anni dopo, in cui il rapporto tra il rosso ed il verde è molto basso. Molto simili all'opera di Turner spiccano altri quadri dove il cielo si tinge di un rosso impressionante come "La corsa dei cavalli" realizzato nel 1885 da Edgar Degas o nel "Canto dell'allodola" di Jules Breton, tutte opere realizzate due anni dopo la gigantesca eruzione del vulcano Krakatoa, avvenuta in Indonesia nel 1883. I ricercatori greci hanno inoltre studiato e messo a confronto opere dello stesso autore realizzate prima e dopo grandi eruzioni vulcaniche avvenute tra il 1600 ed il 1890 e, grazie all'analisi digitale dei dipinti e l'utilizzazione di un modello matematico, hanno appurato che la maggior parte degli artisti presi in esame è riuscita a cogliere le variazioni cromatiche atmosferiche con una precisione sorprendente. Gli esperti guidati da Zerefos contano adesso di estendere le loro ricerche ai dipinti del XX secolo dai quali ritengono di poter trarre informazionisulle variazioni climatiche degli ultimi decenni.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.21: A2 Napoli-Salerno

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ercolano-Portici (Km. 8,6) e Torre Del Greco (Km. 12,5) in dire..…

h 01.03: A2 Napoli-Salerno

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ercolano-Portici (Km. 8,6) e Torre Del Greco (Km. 12,5) in dire..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum