Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Caldo record, insetti alla riscossa!

L'anno senza inverno, almeno sull'Europa centro-meridionale, ha portato ad un eccezionale proliferazione di insetti, un pericolo per l'agricoltura e per la diffusione di malattie.

In primo piano - 10 Maggio 2007, ore 14.07

Le temperature elevate stanno favorendo una moltiplicazione degli insetti nelle città e nelle campagne dove sono a rischio le coltivazioni. E' quanto affermano alcuni scienziati nel sottolineare che uno degli aspetti "sgradevoli" del caldo record è la proliferazione di insetti fastidiosi per l'uomo come le zanzare o le mosche ma anche di quelli dannosi per le piante come i bruchi. Con le temperature più calde, quest'anno, un gran numero di uova hanno resistito all'inverno e quindi c'è una popolazione di insetti molto più vasta che tende a consolidarsi con il clima favorevole. Se nelle case per il caldo sono già comparsi gli scarafaggi in molte regioni sono stati anticipati i piani di contrasto alla diffusione delle zanzare per le quali è elevato il rischio di una popolazione molto numerosa. Nei boschi e nelle pinete particolarmente grave è la presenza della processionaria, un bruco che attacca pini e querce che può provocare fastidi di natura allergenica dovuti ai peli urticanti che porta sul dorso. Per l'agricoltura in pericolo c'è la frutta che rischia di essere colpita dalle larve, ma vanno ricordati anche i casi della mosca dell'olivo e della cocciniglia mentre non sono escluse incursioni di cavallette che svernano nel Nord Africa e si muovono con le correnti d'aria. E' stato osservato inoltre un aumento degli insetti sul settore alpino, sino a quote piuttosto elevate; un fenomeno raramente osservato sino ad ora e mai con tale portata. Per questo, di fronte alla maggiore frequenza di questi fenomeni nelle campagne si stanno diffondendo sistemi di monitoraggio per verificare l'arrivo eventuale di insetti, e si stanno adottando piani di difesa con l'utilizzo di trappole che consentono di adottare tecniche di lotta a basso impatto ambientale come i trattamenti "biologici" con prodotti a base di Bacillus thuringensis nei boschi colpiti dalla processionaria.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.29: A24 Tratto Urbano

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Portonaccio - Galla Placidia (Km...…

h 19.22: A10 Genova-Ventimiglia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Aeroporto (Km. 2,3) e Allacciamento A7 M..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum