Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Caldo? Proseguirà senza eccessi sino alla fine di luglio

Pur risultando a tratti fastidioso per via dell'elevato carico di umidità, il caldo non proporrà alcun eccesso anzi, tenderà a lasciar spazio ad aria relativamente più fresca dopo il 20 del mese.

In primo piano - 13 Luglio 2013, ore 10.09

 Alta pressione delle Azzorre: notoriamente rispetto alla figura nord-africana che avvetta aria rovente dai deserti d'oltremare, si tratterebbe di una situazione che porta clima gradevole, con temperature ragionevoli e limitato indice di disagio. Quest'anno però qualcosa pare non andare per il verso giusto e l'afa striscia silenziosa su diverse zone dell'Italia. Come mai?

I motivi sono due: il primo legato alla struttura verticale dell'alta pressione, il cui nucleo forte si trova fuori asse rispetto all'Italia. Sul nostro Paese la colonna atmosferica interessata dalla subsidenza, ovvero dalle correnti discendenti che si sviluppano in seno alle alte pressioni, è piuttosto limitata e interrotta su più livelli.

In secondo luogo lo strato limite, ovvero la fetta atmosferica più vicina al suolo soggetta a rimescolamento, si eleva a tratti fin verso i 2500-3000 metri e contene elevati quantitativi di umidità dovuti all'intensa evaporazione dei suoli, che risentono ancora delle abbondanti piogge del recente passato (primavera). I due fattri, uniti insieme, danno luogo alle condizioni di instabilità convettiva (temporali) viste finora, e al loro rovescio della medaglia, ovvero l'instaurarsi di condizioni afose proprio per l'eccesso di umidità da smaltire da parte dell'atmosfera.

Caldo moderato si, ma afoso anche. Certo non ci troviamo dinnanzi agli eccessi dell'africano, ma a chi non interessano i particolari accademici e sente caldo dobbiamo comunque dare una spiegazione. Quanto caldo afoso ci aspetta nei prossimi giorni? Le nostre mappe ci accompagnano nel nostro iter meteolive.leonardo.it/speciali/
MAPPE/73/Indice-di-disagio-estivo/33057/
 , mentre dobbiamo osservare che dopo il 20 luglio, l'inserimento progressivo di masse d'aria più fresche potranno dar luogo ad un parziale ricambio d'aria, che tenderà ad arginare l'afa dilagante regalandoci probabilmente un clima nuovamente più gradevole.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum