Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CALDO: l'anticiclone africano ritorna a dettar legge sul Mediterraneo

Nei prossimi giorni l'Europa diverrà protagonista di una nuova rimonta anticiclonica di stampo africano. Poche e rare le concessioni all'instabilità atmosferica. Ecco cosa dovremo attenderci sul nostro Paese.

In primo piano - 13 Luglio 2015, ore 19.35

Trova conferma anche dagli aggiornamenti serali una nuova e potente rimonta dell'alta pressione africana che nei prossimi giorni tornerà a fare visita al nostro Paese. Il nuovo forcing dinamico che trascinerà aria molto calda di stampo africano sul Mediterraneo, trarrà origine da un'ondulazione della corrente a getto i cui effetti in termini di fresco ed instabilità andranno ancora una volta a concentrarsi sugli estremi settori occidentali del continente, nonchè sull'oceano Atlantico.

Lo scivolamento dell'aria più fredda atlantica sui settori sopraccitati risulta oltremodo agevolato dall'assenza del continente africano che durante l'estate tende ad immagazzinare un'enorme quantità di calore. Questo calore trova poi libero sfogo sul Mediterraneo e sui settori meridionali d'Europa. Un'evoluzione che ci accompagnerà anche nelle prossime giornate, quando l'effimera distensione anticiclonica oceanica verrà nuovamente sostituita dal ruggito caldo africano.

Cambierà la disposizione dell'ondata di calura in ambito europeo, quest'ultima non riuscirà più ad estendere la propria influenza sugli estremi settori settentrionali europei come invece è successo tra la fine di giugno e l'esordio di luglio. Il caldo (intenso) darà comunque una considerevole "prova di forza" sul Mediterraneo centrale ed occidentale, laddove ci attendiamo valori termici assai elevati. Attualmente stimate temperature attorno +20/+22 gradi alla quota di 850hpa (circa 1600 metri) con effetti che in questo frangente si faranno sentire anche sulle regioni meridionali del Paese.

Qualche temporale al nord sarà possibile soltanto nel weekend sabato 18 - domenica 19 luglio, in questo frangente l'instabilità farebbe capolino sulle regioni alpine e prealpine, qualche sconfinamento in pianura concentrato essenzialmente sul Triveneto ed il Friuli. Sul rimanente territorio italiano le ripercussioni sarebbero scarse o nulle.

Volgendo lo sguardo a LUNGO TERMINE, appare concreta la possibilità d'avere una persistenza delle condizioni anticicloniche anche per la terza decade di luglio, forse accompagnata da temperature più clementi.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.02: Roma Viale dello Scalo San Lorenzo

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso sulla Viale dello Scalo San Lorenzo in direzione Tange..…

h 13.59: SS16 Adriatica

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 192 m prima di Incrocio Staz. Casalbordino - SS364 Di Atessa (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum