Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Caldo in città: quando il temporale ti beffa

Il temporale rinfrescante ha molti effetti collaterali.

In primo piano - 9 Luglio 2013, ore 11.23

Molti in casa hanno ormai il condizionatore, ma l'abuso è rischioso, soprattutto per i bambini. Dunque spesso questi aggeggi infernali, che regalano anche bronchiti in pieno luglio, vanno spenti e se la casa è ormai calda, la calura torna ad impossessarsi degli ambienti in un attimo, specie quando il caldo è umido ed insistente da giorni.

La speranza è sempre quella che un temporale rinfrescante venga a farti visita, ma solo i temporali frontali originano un vero beneficio, perchè rimuovono completamente la massa d'aria preesistente, mentre quelli da instabilità, che colpiscono a macchia di leopardo, possono avere anche pesanti effetti collaterali.

Innanzitutto perchè non è detto che colpiscano in pieno la nostra zona, anzi è molto più probabile il classico "liscio", dove a 3km da casa scarica l'impossibile e nel tuo quartiere nemmeno una goccia, anzi magari ne cadono 4, che sollevano tutto il calore dell'asfalto, aumentando ancora di più il senso di disagio.

Solo la zona che avrà ricevuto copiose precipitazioni potrà dire di essersi rinfrescata, e solo per una notte, perchè il giorno dopo, con l'aumentata umidità, il caldo afoso tornerà nuovamente a colpire, anche peggio di prima. Inoltre l'umidità favorirà il proliferare delle zanzare, così dormendo a finestre spalancate per rinfrescare, finiremo per invitare a nozze i nostri insetti "vampiri".

C'è da dire che se l'instabilità mette radici e il rito del temporale si ripete ogni giorno, magari nelle ore più calde o preserali, qualche chance in più di rinfrescata non mancherà, ma come detto, è molto più efficace un sensibile rinforzo della ventilazione piuttosto che un temporale nel cuore di un anticiclone.

Domanda: ma le correnti fresche discendenti dalla nube che accompagnano i rovesci non dovrebbero comunque dilagare anche nelle zone limitrofe al raggio d'azione del temporale, rinfrescando l'ambiente? Questo in realtà avviene solo in alcuni casi e dipende dal gradiente termico che si genera, cioè dalla differenza di temperatura
che si instaura dalla zona nella quale è piovuto rispetto all'area rimasta all'asciutto.

Più rilevante risulta questo scarto, più probabile sarà l'estensione della frescura per alcuni km anche laddove è rimasto a splendere implacabile il sole.  

Le raffiche si diffondono  più facilmente quando il temporale risulta grandinigeno, perchè i chicchi di grandine  rinfrescano notevolmente l'aria e favoriscono un gradiente particolarmente tosto. 

Controlla le mappe del disagio da caldo previsto per i prossimi giorni:
http://meteolive.leonardo.it/speciali/MAPPE/73/Indice-di-disagio-estivo/33057/


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum