Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Caldo afoso, dove colpirà più duro

Prossimi giorni in compagnia di caldo intenso e afa, specie al centro-sud, lungo le fasce costiere e su gran parte della Pianura Padana.

In primo piano - 29 Luglio 2008, ore 09.52

Caldo in arrivo, allarme già diramato; le tecniche e gli espedienti per difenderci li conosciamo un pò tutti, ma è venuto il momento di fare il punto su dove e quando colpirà più forte. Al centro-sud le temperature sono già elevate, specie i valori minimi delle città costiere; d'altronde in questo periodo dell'anno, notoriamente il più caldo, anche il mare ha accumulato la sua discreta dose di energia termica, per cui il raffreddamento notturno è davvero limitato. La pressione sta aumentando e presto le nubi e i temporali saranno solo un ricordo. Eliminati ad uno ad uno le attenuanti del caldo, da giovedì in particolare comincerà il periodo di sofferenza, complice un ulteriore innalzamento delle temperature di 4-6°C. Il vero nemico sarà però l'umidità che con i suoi deleteri effetti sui nostri meccanismi di raffreddamento corporeo, renderà la sensazione di calore ancora più acuta e insopportabile; dapprima al nord, poi rapidamente al centro-sud. Il caldo sarà infatti inizialmente più secco e quasi torrido al sud, ma anche qui, a partire da venerdì-sabato, l'afa detterà legge. L'apice coinciderà più o meno con l'inizio del week-end; un pò anticipato al nord; un pò più esteso, fin verso l'inizio della settimana, al centro-sud. Le zone più interessate saranno quelle di pianura; in particolare quelle lontane dal mare, che non potranno beneficiare delle brezze, e soprattutto quelle urbanizzate, con tutti i difetti che ciò comporta, in primo luogo l'accumulo anomalo di calore. I valori termici abbatteranno la soglia dei 36°C, quota già di per sè preoccupante per un corpo umano debole o provato, come quello di un bambino, di un anziano o di una persona malata, su molte zone della Pianura Padano-Veneta centro-orientale, delle aree interne del versante tirrenico, della Sardegna, della Sicilia e delle regioni ioniche, specie sulla Puglia. Evitare di uscire tra le 11:00 e le 16:00 se non per necessità o lavoro; non dimentichiamo inoltre che nelle città o nelle valli chiuse e urbanizzate, gli inquinanti diventano ancora più aggressivi con il caldo. Lunedì probabilmente caldo e afa abbandoneranno il nord, a seguire da martedì potrebbe toccare anche al centro e poi al sud; ma per questo rimandiamo alle rubriche di previsione.

Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum