Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

BREVE TERMINE: ecco cosa dovremo aspettarci nelle prossime ore

Una figura attiva di bassa pressione avvolge con le sue spire il bacino centrale del Mediterraneo, portando con sè un netto peggioramento delle condizioni atmosferiche al centro e soprattutto al nord Italia. In sintesi la linea di tendenza messa in luce dai modelli a scala locale entro le prossime 48 ore.

In primo piano - 25 Aprile 2017, ore 19.30

Giunti ormai prossimi all'evento di MALTEMPO che su alcune delle nostre regioni distribuirà diversi millimetri di pioggia, questo redazionale ha come obiettivo stabilire orari, località e tempistiche del passaggio perturbato atteso sul nostro Paese  nei prossimi due giorni. Il momento apice del maltempo si consumerà in realtà nella giornata di domani, mercoledì 26 aprile, attraverso il rapido susseguirsi di un sistema frontale di tipo caldo e poi uno di tipo freddo che sopraggiungerà sul nostro territorio appena una manciata d'ore più tardi, al punto che quasi non si riuscirà a distinguere alcuno stacco tra questi due distinti sistemi nuvolosi.

Già in queste ore la propaggine più orientale del fronte caldo, inizia ad avvolgere le regioni settentrionali, laddove riscontriamo una ventilazione molto tesa di Scirocco che si fa sentire soprattutto nelle coste dell'alto Tirreno e della Liguria. In buona sostanza stiamo vivendo ancora una situazione di attesa, le prime precipitazioni faranno capolino sul nostro Paese a partire dal Piemonte e dalla costa ligure di Ponente entro le ore notturne.

Tra la mattinata di domani, mercoledì 26 e le prime ore del pomeriggio, assisteremo ad una rapida estensione dei fenomeni sulla Liguria centrale ed orientale, la Lombardia ed il Veneto. Picchi massimi della pioggia a ridosso dei rilievi appenninici della Liguria levantina e dell'Alta Toscana, nonchè delle Alpi e Prealpi lombarde e venete. Entro la serata atteso un miglioramento del tempo sull'angolo nord-occidentale, ancora delle precipitazioni insisteranno su Liguria di Levante ma in attenuazione. Estensione dei fenomeni all'estremo nord-est (Friuli) con cumulate massime ancora concentrate alla fascia montana e pedemontana.

Giovedì 27 aprile, con l'arrivo dell'aria più fredda in quota andranno ancora a rinnovarsi condizioni marginali di instabilità anche a sfondo temporalesco, prevalentemente concentrata durante le ore pomeridiane e sui rilievi. I settori colpiti risulteranno l'Appennino Tosco-Emiliano, il nord-est e l'Appennino centrale. Attenuazione della ventilazione meridionale, sostituita dall'ingresso del Libeccio e poi del Maestrale ad iniziare dai bacini occidentali. Flessione termica.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum