Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

BONINO: nuova perturbazione, scarso rimescolamento!

Botta e risposta con gli esperti di MeteoLive.

In primo piano - 29 Novembre 2011, ore 10.46

REDAZIONE: allora Bonino, ci pare di capire che anche il mese di dicembre inizierà sulla falsariga di quello appena trascorso...

BONINO: "Assolutamente sì. Ci sono scarse possibilità che correnti fredde possano irrompere sul Mare Nostrum nei prossimi giorni. Continua quindi un sopramedia termico che sta andando avanti da mesi. Ecco allora le prime doverose preoccupazioni per il futuro della stagione invernale, dato che non è la prima volta che in Italia l'inverno fallisce."

REDAZIONE: c'è però una perturbazione in vista?

BONINO: "Si, è vero. Fino a ieri sembrava che il fronte, con il suo transito sull'Italia, potesse determinare un buon rimescolamento, aprendo la strada ad  impulsi nord atlantici successivi. Nelle analisi odierne, invece, si evince che la parte fredda della perturbazione resterà probabilmente al palo, senza intervenire in maniera diretta sullo Stivale. Il sistema frontale sembra propenso a sprofondare verso sud più che interessare i nostri lidi. Tutto ciò determinerà delle precipitazioni al centro-nord, un po' di neve sulle Alpi sopra i 1500 metri, ma un rimescolamento scarso e limitato. Sarà, in sostanza, un sistema frontale fine a se stesso, senza velleità di sblocco.

REDAZIONE: da cosa dipende questa prolungata fase sopramedia, di cui non si vede ancora la fine?

BONINO: "Dipende da diversi fattori. Per prima cosa la forza, quasi straordinaria, del vortice polare. La Scandinavia, da oltre sei mesi, non conosce pause. Quando il vortice polare è così compatto e forte, l'alta pressione (dalle basse latitudini) viene quasi "aspirata" verso nord ed obbligata ad adagiarsi sui paralleli. Quando succede ciò, l'inverno sull'Italia in sostanza non esiste.

Altra cosa che rema contro ad un inizio trionfale dell'inverno sono le anomalie termiche positive del Mediterraneo e del Vicino Atlantico. Queste mettono letteralmente i bastoni tra le ruote sia alle perturbazioni da ovest, sia alle correnti fredde da nord o da est. In pratica, la natura sta cercando di conservare questo meccanismo collaudato da mesi, in modo da spendere il meno energia possibile. Si spera che nel prossimo futuro entri qualche forzante che obblighi la natura a seguire una via diversa da questa. Solo così la stagione invernale potrà finalmente decollare.


Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum