Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Battuta d'arresto dell'alta pressione entro metà maggio

L'alta pressione farà buona guardia al nostro stivale italiano sin verso il termine della prima metà del mese di maggio, seppur i segnali di un cambiamento inizino a manifestarsi già giovedì 14 maggio sulle regioni del nord. In seguito una sfuriata temporalesca seguita da un calo della temperatura diffuso a tutto il Paese.

In primo piano - 10 Maggio 2015, ore 20.00

Proprio in queste ore un vasto anticiclone tende ad intensificarsi sui settori centrali ed occidentali del continente, regalando  all'Italia una bella giornata di sole, caratterizzata da temperature in costante aumento sia al suolo che in quota. L'alta pressione dalle origini ibride, presenta una componente oceanica al suolo, mentre alle quote superiori l'affossamento di un blando cut-off depressionario a largo del Portogallo, agevola la risalita di una discreta Heat Wave di origine nord-africana, pronta a portare la propria dose di caldo sull'Europa occidentale, con particolare riferimento alla Penisola Iberica e la Francia meridionale.

Sull'Italia l'impennata della colonnina di mercurio si farà sentire soprattutto tra martedì 12 e mercoledì 13 maggio, momento in cui il caldo diventerà piuttosto fastidioso nelle zone interne e lontane dal mare, questa volta colpendo anche le regioni settentrionali.

E saranno proprio le regioni del nord, i primi settori d'Italia ad uscire da questa situazione, sperimentando entro giovedì 14 maggio, un primo aumento della nuvolosità precursore ad un intenso peggioramento delle condizioni atmosferiche atteso venerdì 15 al nord, in trasferimento rapido al centro-sud entro il fine settimana (sabato 16 - domenica 17 maggio).

L'occhio clinico dei modelli, mette in evidenza un calo deciso dei geopotenziali in area mediterranea, la strutturazione di una circolazione ciclonica ben rappresentata da un vistoso minimo al suolo che nella giornata di venerdì 15, porrebbe il proprio perno sulle regioni settentrionali italiane (Mar Ligure), influenzando il tempo di tutto il Paese. A seguire l'apporto d'aria fredda di estrazione settentrionale europea, sarebbe piuttosto vigoroso, portando ad un drastico ribasso della colonnina di mercurio su tutto il Paese, nonchè su una buona fetta d'Europa.

Tale evoluzione risulta confermata sia dal centro di calcolo americano, sia dal centro di calcolo europeo, ritroviamo quindi una linea di tendenza allineata verso uno scenario comune e pertanto discretamente affidabile. Il caldo atteso nella prima metà della settimana, sarebbe quindi destinato ad essere un episodio fine a se stesso, seguito con tutta probabilità da un periodo della durata di alcuni giorni, nel quale i valori termici a livello generale mediterraneo, tornerebbero allineati alle medie stagionali.



Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum