Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Avviati verso un lento declino dell'anticiclone, ma..

Con molta gradualità, l'alta pressione andrà attenuando i propri effetti sull'Europa, mentre sul bacino del Mediterraneo la sua resistenza, sfruttando anche le anomalie positive di temperatura e geopotenziale che abbiamo avuto sinora, potrebbe essere maggiore. L'idea generale resta comunque sempre la stessa; il ciclo vitale dell'alta pressione sembra comunque avviarsi in modo definitivo verso la sua parabola discendente. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 19 Luglio 2015, ore 16.30

Nel corso della terza ed ultima decade di luglio, assisteremo ad un graduale declino dell'alta pressione sull'Europa. Il bacino del Mediterraneo andrà sperimentando una persitenza delle condizioni d'alta pressione, anche se le temperature potrebbero subire un ritocco verso il basso rispetto ai valori di questo periodo. Da segnalare anche un aumento dell'instabilità nelle zone interne e montuose.

L'ingresso di un sistema frontale più organizzato richiederà ancora qualche giornata di "preparazione" ed era impossibile pensare che una tale corazza di calore potesse essere distrutta semplicemente col passaggio di un unico e solo sistema frontale. Abbiamo avuto precedenti di questo tipo ma rappresentano eventualità rare; generalmente sono situazioni che richiedono diversi giorni di "convalescenza" prima di aprire la strada ad una vera e propria "rottura" stagionale.

In ogni caso, con gli aggiornamenti di quest'oggi, possiamo confermare d'essere ormai entrati nella parabola discendente dell'alta pressione, con l'estate mediterranea che andrà acquistando caratteri più vicini alla normalità. A livello generale europeo, tra i segnali più confortanti dobbiamo segnalare il consolidamento di una circolazione piuttosto tesa proveniente da occidente. Quest'ultima rappresenterà la massima espressione tra il delta termico generato dalla vicinanza delle masse d'aria fresca che avranno ormai riconquistato l'oceano Atlantico ed i settori europei settentrionali, e le masse d'aria assai più calde che ancora gravano sul Mediterraneo.

In buona sostanza le westerlies riprenderanno a manifestarsi in maniera vivace appena al di là delle Alpi, segnalando di fatto un ripristino del famigerato delta termico tra le medie e le alte latitudini che a nostro modo di vedere potrà ben presto portare delle ripercussioni più decise sullo stato del tempo a livello mediterraneo.

Da quel punto in avanti il passo sarà breve e lo sforzo richiesto dall'atmosfera per passare da una condizione di flusso rettilineo ad una condizione di flusso maggiormente ondulato con la formazione di una saccatura organizzata, potrebbe essere breve.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.29: SS3bis Bis tiberina (e45)

problema sdrucciolevole

Riduzione di carreggiata causa fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra Incrocio Madonnucc..…

h 22.26: SS12 Dell'abetone E Del Brennero

problema sdrucciolevole

Riduzione di carreggiata causa fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra Incrocio Fine Vari..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum