Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Attenzione: per colpa del global warming farà un freddo cane, e le assicurazioni ci marciano

Lo scorso gennaio la Casa Bianca mercoledì diffuse via internet un video per comunicare alla gente che l'inverno polare del nord America non rappresenta una frenata del global warming, ma al contrario ne confermerebbe la correttezza scientifica. Intanto le Compagnie Assicurative aumentano i premi di polizza sugli eventi atmosferici più rapidamente di quanto aumentino questi ultimi.

In primo piano - 7 Marzo 2014, ore 09.47

Troppo allarmismo sul clima e le assicurazioni ci marciano.  Ad affermarlo è nientemeno che il magnate Sir Warren Buffett, il “Mago di Omaha”, icona dell’imprenditoria progressista americana, uno che di fenomeni estremi se ne intende, avendo investito per anni e in diversi mercati nel settore delle assicurazioni con il suo fondo Berkshire Hathaway.

Dati assicurativi alla mano, prosegue Buffet in una recente intervista rilasciata a Cnbc, il presunto aumento di eventi estremi finora è stato praticamente ininfluente rispetto al passato. Se fosse vero, per esempio, che gli uragani siano oggi più frequenti che in passato, essi avrebbero avuto evidenti conseguenze sul mercato delle polizze. Quanto meno avrebbero dovuto mettere in difficoltà gli assicuratori, costretti a risarcire danni dai costi sempre più insostenibili. Il che non è stato.

L'effetto dirompente è stato invece quello generato dall'eccessivo parlare di clima, spesso anche a sproposito. Secondo il miliardario americano, si è voluta indurre nella gente l’impressione che gli eventi meteorologici estremi degli ultimi dieci-venti anni siano diventati la regola e non l'eccezione. Il meccanismo ha provocato un generale aumento dei premi di polizza nei confronti degli eventi atmosferici, non aumentati di pari passo, a tutto vantaggio delle Compagnie assicurative, per le quali è stato tutto profitto.

Ora, nessun singolo episodio meteorologico può provare né smentire il cambiamento climatico globale. E nemmeno basta che i singoli episodi siano sufficientemente significativi da rappresentare una tendenza, bensì, semmai, una semplice oscillazione. E quello che stiamo vivendo noi in questi anni è una semplice oscillazione climatica in un trend di salita delle temperature partito nel 1850.

Ma il 1850 ha segnato l'apice della Piccola Era Glaciale (che comprese il periodo totale tra il 1300 e il 1850), dovuta al minimo solare di Maunder (1645-1715). Da 150 le temperature globali hanno iniziato a salire ma chi può dire se la "normalità" del clima terrestre fosse quella di allora, piuttosto che quella attuale?

 

 

 

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.49: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Sesto San Giovanni-Viale Zara..…

h 14.49: A13 Bologna-Padova

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Bologna Interporto (Km. 7,9) e Altedo (..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum