Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Atlantico ancora furente; VENTO FORTE in arrivo nel weekend

Una nuova intensa perturbazione attraverserà il territorio italiano durante il primo week-end di gennaio 2014: essa provocherà oltre all'arrivo di piogge insistenti, anche una nuova notevole intensificazione della ventilazione meridionale e successivamente nord-occidentale. In quali aree del Paese essa si farà più sentire?

In primo piano - 2 Gennaio 2014, ore 10.30

Cambia l'anno ma non cambiano le abitudini del tempo, l'intero mese di dicembre 2013 è infatti trascorso dapprima sotto l'algida protezione offerta dall'alta pressione delle Azzorre, successivamente da una ulteriore espansione delle vorticità canadesi che hanno avuto la forza di trasportare una serie di impulsi perturbati in direzione del Mediterraneo e dell'Europa centro-meridionale. Una lunga trafila di sistemi perturbati il cui culmine è stato raggiunto nella giornata di Natale con una intensa depressione da 980mb collocata sul mar Ligure, foriera di forti venti, intense precipitazioni e mari tempestosi.

Il primo week-end di gennaio proporrà con tutta probabilità l'arrivo di una nuova intensa perturbazione sulla falsariga di quella appena trascorsa durante il periodo natalizio, presentando essenzialmente le medesime caratteristiche. Essa trarrà ancora una volta origine dalle intense vorticità trascinate da un forte getto zonale dai settori canadesi sino al bacino del Mediterraneo. Sui nostri mari l'arrivo della depressione si manifesterà attraverso un nuovo notevole carico precipitativo, preannunciato dall'attivarsi di una sostenuta ventilazione meridionale.

DOVE e QUANDO si farà sentire maggiormente il vento?

I primi rinforzi legati all'ingresso della nuova depressione si faranno sentire sui mari occidentali italiani già a partire dal pomeriggio su sabato 4, quando assisteremo ad un aumento della nuvolosità associato ad un netto rinforzo della ventilazione meridionale dapprima sui mari prospicienti la Sardegna, successivamente sul mar Ligure e sui settori tirrenici. La ventilazione prevista sarà essenzialmente di Libeccio, mentre lo Scirocco prenderà a spirare a cavallo della notte tra sabato e domenica lungo il mar Adriatico da sud a nord.

Il profilo dei venti si presenterà generalmente meno intenso rispetto quello accorso durante la tempesta natalizia, il minimo di bassa pressione sarà infatti meno profondo, raggiungendo un picco minimo di circa 1000hpa sul golfo del Leone.

Nella giornata di domenica 5 gennaio il sopraccitato minimo barico evolverà abbastanza velocemente verso levante, sostenuto da una corrente a getto che non cesserà di tirare all'impazzata. In conseguenza di questo, ci attendiamo durante il pomeriggio domenicale un rapido miglioramento del tempo sui settori occidentali del Paese, associato ad una rotazione del vento da Maestrale (quindi di provenienza nord-occidentale). In questo contesto i rinforzi più intensi saranno appannaggio delle coste occidentali sarde.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum