Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Arriva una perturbazione...ed il Mediterraneo risponde!

La formazione dei minimi "da contrasto" sul Mare Nostrum sono sempre stati (e sempre saranno) la bestia nera delle elaborazioni modellistiche. Cerchiamo di capire come mai si formano queste depressioni.

In primo piano - 21 Settembre 2010, ore 09.32

Minimo depressionario sul Golfo Ligure indotto dall'arrivo di una saccatura dall'Europa occidentale.

 

Minimo sul Mar Ligure o sull'alto Adriatico? Sul Mare di Corsica o sul Tirreno centrale? E se invece la depressione si posizionasse ancora più a sud...? Ecco la serie di domande che l'appassionato e l'addetto ai lavori si pone, ogni qualvolta sul Mediterraneo transita una perturbazione.

Se analizziamo il tempo dell'Europa centro-settentrionale, esso appare più fuido. Basti pensare che una perturbazione può macinare migliaia di chilometri da ovest verso est, senza mai fermarsi.

Sul Mediterraneo questa situazione non avviene quasi mai, o succede molto raramente. Spesso il calo della pressione e dei geopotenziali in quota non si manifestano in maniera tranquilla e graduale. Anche le correnti non scorrono quasi mai placidamente da ovest verso est, ma tendono ad invorticarsi, creando risvolti inevitabili sul tempo in loco.

La previsione risulta molto piu difficile rispetto ai paesi transalpini, ma sicuramente più emozionante. Ogni piccolo spostamento del "minimo" può avere grossi risvolti specie nel campo delle precipitazioni.

Come mai ogni volta che passa un fronte, sul Mediterraneo si forma una depressione? I motivi sono diversi, ma i principali sono sostanzialmente due: la temperature delle acque e l'orografia del territorio che le circonda.

Il Mediterraneo è un mare più caldo rispetto al vicino Atlantico. Un fronte che si origina in Atlantico sorvola un mare con temperature più basse rispetto a quelle mediterranee.

Nel semestre freddo, anche le temperature delle terre emerse è nettamente inferiore rispetto a quelle del Mare Nostrum.

Quando la perturbazione raggiunge il nostro bacino trova quindi condizioni termiche ben diverse rispetto a quelle dei suoi luoghi di origine. L'aria più fredda (e più pesante) di conseguenza scalza l'aria caldo-umida presente sulla superficie del mare, sollevandosi.

La forza di Coriolis ( derivata dalla rotazione terrestre) trasforma questo sollevamento in moto rotatorio, con le "spire" che assomigliano ad una scala a chiocciola (si tratta, quindi, di un moto elecoidale, più che rotatorio).

Quando si arriva a questo stadio, la depressione è praticamente formata. Essa, oltre ad incentivare i fenomeni in loco, li rallenta. Ecco perchè le perturbazioni sul Mediterraneo passano con una velocità generalmente minore rispetto all'Europa centro-settentrionale.

Come anticipato poco sopra, anche l'orografia ha una sua importanza. La presenza di rilievi più o meno alti incide sul transiti frontali, rallentandoli. Questo facilità la formazione di minimi da contrasto che possono assere agevolati dalla presenza di golfi o insenature ( vedi il minimo sul Golfo di Genova).

Il problema di fondo è stabilire a priori dove potranno nascere questi minimi in occasione dei transiti perturbati.

Se la perturbazione passa "alta", le zone gettonate sono il Golfo Ligure e l'alto Adriatico ( quest'ultima zona è attiva soprattutto con fronti da nord-ovest).

Se invece passa bassa, il minimo da contrasto si forma sulla Sardegna o sul Tirreno centrale. Questo tende poi a muoversi verso le nostre regioni meridionali, andandosi ad annidare sul Golfo di Taranto, dove può permanere per diversi giorni.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.47: A15 Parma-La Spezia

snowshowers

Nevischio nel tratto compreso tra Svincolo Borgotaro (Km. 42,1) e Svincolo Pontremoli (Km. 74,6)…

h 05.43: A25 Torano-Pescara

snowshowers

Nevischio nel tratto compreso tra Celano (Km. 101,3) e Sulmona-Pratola Peligna (Km. 136,8) in ent..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum