Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Arriva, non arriva, eccolo...

Dietro l'attesa per un temporale.

In primo piano - 29 Agosto 2012, ore 14.23

Quando fa caldo e non piove da tanto tempo, si aspetta solo il temporale liberatorio. Ci si sveglia di notte con l'idea di aver sentito un bubbolio lontano. Spesso si scopre che era solo il passaggio di una moto o di un aereo che volava a bassa quota. Si tende l'orecchio. Nulla.

Dalle persiane socchiuse si scorge all'improvviso un bagliore. Che siano stati i fari di un auto? La luce di un lampione che ha tremato per un istante? Ancora nulla. Si ha come la tentazione di alzarsi, di scoprire se il cielo notturno è tappezzato di stelle. La stanchezza prevale. Alla fine ci si addormenta e ci si sveglia all'alba con gli uccellini che cinguettano. Niente da fare. Anche stanotte nessun temporale.

Il giorno trascorre ancora pigro, ammantato di foschia, umido e incolore. A tratti compare qualche cumulo soffocato in lontananza. Il pomeriggio, che dovrebbe segnare un aumento dell'attività cumuliforme, trascorre in realtà soleggiato e caldissimo. 

La sera è un bagno di sudore, ma compare qualche castellano. Sarà un buon segnale? O solo una delle tante illusioni estive? La notte cala prima del tempo. Si attende, invano. Questa volta il sonno è pesante, quasi rassegnato. Di colpo il risveglio. Le 2.05: gran silenzio. La mente vaga tra i pensieri, ma il suo peregrinare è interrotto da un bubbolio vero, cupo, profondo. Stavolta è lui, non può essere che lui. Si trattiene il respiro. Altro bubbolio. E' fatta. 

Si vivono gli emozionanti, unici momenti dell'avvicinamento. Sorgono dubbi: colpirà proprio questa zona o sfilerà più ad est, più a nord...Di colpo senti gli alberi frusciare, sbattono imposte aperte, speri solo che tutto non si riduca a qualche raffica di vento discendente, con il nucleo di pioggia rigenerante in fuga. Non è così, almeno non questa volta. Dopo il vento, ecco lampi sempre più vistosi e tuoni sempre più fragorosi. Arriva. Di colpo sembra che qualcuno abbia aperto le paratie di una cascata. Ti alzi finalmente e benedici la pioggia violenta, selvaggia, purificatrice. L'unico abbraccio della natura in questo mare di cemento.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum