Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Arriva il vento, ecco cosa ci porterà nel fine settimana

Il transito di un minimo sullo Ionio, unitamente ad una circolazione depressionaria di più ampio respiro centrata sul bacino del Mediterraneo, determinerà un rinforzo del vento dai quadranti nord-orientali. E' nuova aria fredda che arriva sull'Italia, ecco cosa ci dobbiamo aspettare nel week-end.

In primo piano - 28 Gennaio 2011, ore 09.47

Il Mediterraneo è il mare delle sorprese. Quando una corrente di aria fredda originatasi sulle pianure continentali viene in contatto con le più tiepide acque del Mare Nostrum può accadere di tutto. In più il Mediterraneo è protetto su più lati da imponenti barriere montuose che lavorano ulteriormente i flussi deviandoli in modo anche sorprendente.

Questo accadrà nel corso delle prossime ore e per tutto il fine settimana che ci aspetta. Un fiume di aria fredda (attenzione però, non gelida) prelevata dalla regione balcanica scorrerà impetuoso sull'Italia. La sua accelerazione è dovuta all'azione di risucchio profusa da un minimo di pressione in transito sullo Ionio, in direzione della Grecia.

Ora, l'impatto di questo muro d'aria contro le nostre montagne potrà dar luogo a fenomeni di sbarramento orografico, segnatamente sul versante padano delle Alpi piemontesi, dell'Appennino ligure e di quello tosco-emiliano. Qui non è da escludere qualche episodio di nevischio fino a quote collinari o prossime al piano nella giornata di sabato.

Per lo stesso motivo anche i contrafforti appenninici centrali rivolti verso l'Adriatico produrranno la loro bella opposizione al vento, costruendo nubi e qualche debole precipitazione. Nevischio atteso fin verso i 400 metri nelle zone interne marchigiane, a risalire intorno a 600-700 metri su Abruzzo e Molise.

Le conseguenze più evidenti di questo vento nord-orientale sarà però l'approfondimento di un ulteriore minimo di pressione sottovento, ossia ad ovest, della Sardegna. Sull'Isola già sabato si produrranno pertanto precipitazioni di un certo rilievo, ma con quota neve elevata (1600 metri) per l'interazione con correnti sciroccali più miti.

L'approfondimento del minimo si accompagnerà poi nella giornata di domenica ad un vero e proprio sistema frontale, il quale si inarcherà sull'Italia intera, prediligendo con i suoi fenomeni il centro-sud e le Isole. Non sono da escludere però fenomeni anche su Emilia, Romagna, Liguria, bassa Padana, dato che per diversi scenari propostici dai modelli il compasso nuvoloso avrà un buon margine di risalita verso nord. Ricordate l'effetto sorpresa cui accennavamo all'inizio di questa chiacchierata?


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.51: A27 Mestre-Belluno

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Vittorio Veneto Nord (Km. 58,9) e Barriera Di Belluno (Km. 75..…

h 22.49: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Svincolo Pontedera Ovest-Ponsacco (Km. 55) e Firenze in dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum