Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Arriva ANDREA, la prima tempesta tropicale!

Si affacciano le prime tempeste tropicale sull'Atlantico occidentale, mentre più ad ovest, sul Pacifico orientale, torna La Nina.

In primo piano - 10 Maggio 2007, ore 10.05

E' ancora presto per la stagione degli uragani nell'Atlantico occidentale, ma Andrea, questo il nome della prima tempesta tropicale sta già interessando il litorale sud-orientale degli Stati Uniti. Dai recenti dati divulgati dal National Hurricane Center della NOAA la tempesta, che al momento sta acquistando energia, si trova al largo tra le coste meridionali della Georgia e della Florida con un raggio d'azione di circa 400 miglia e potrebbe interessare le coste nord-orientali statunitensi. E' allerta per le coste del South Carolina, della Georgia in particolare a sud di Brunswick, e sulla Folrida orientale, tra Jacksonville, Saint Augustine, Daytona beach e Titusville. Lo stato di allerta su queste zone, riferiscono le autorità locali, si dovrebbe protrarre almeno per le prossime 36, 42 ore. Al momento i rilevamenti effettuati all'interno della tempesta evidenziano venti compresi tra i 90 e i 120 Km/h ma tra venerdì e sabato, avvicinandosi alle coste potrebbe scaricare notevoli quantità di pioggia con venti localmente superiori ai 130-150km/h. Ad ovest nel frattempo, al largo delle coste orientali del Pacifico si nota una discreta flessione termica delle acque oceaniche compresa tra i 3°C e i 4°C, un primo segnale del possibile ritorno della Nina. I primi effetti della Nina potrebbero portare ad una riduzione delle piogge nella fascia equatoriale pacifica centro-orientale, soprattutto in primavera e in inverno e un incremento su Indonesia, Malaysia e nord Australia. Durante l'estate si incrementerebbero le piogge sulle Filippine e si accentuerebbe il monsone estivo in India, specie sul nord-ovest del paese, mentre condizioni siccitose tenderanno a imporsi sulla costa occidentale del sud America. L'ultimo episodio molto prolungato e intenso di Nina risale al 1998-2001, che coincise con un lungo periodo asciutto sull'ovest degli USA.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.14: A14 Ancona-Pescara

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Roseto Degli Abruzzi (Km. 344) e Atri-Pineto (Km. 351,8) in dir..…

h 01.10: A4 Torino-Milano

incidente

Incidente a Allacciamento Falchera-A5/Tangenziale To (Km. 2,2) in direzione Torino…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum