Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Aria fredda in arrivo fra domenica e lunedì?

Una nuova discesa di aria artica investirà l'Europa centrale, ed in parte anche l'Italia.

In primo piano - 12 Dicembre 2003, ore 11.21

Il “freezer” groenlandese continua a sfornare blocchi di aria fredda, con l’intenzione di spingerli verso sud, in direzione dell’Europa centrale; infatti fra stasera e domani, sabato 13 dicembre, si attiverà una nuova discesa di aria artica marittima a partire dalla grande Isola verso il Regno Unito. L’aria fredda riuscirà ancora una volta ad invadere anche le nostre regioni come ha fatto nella prima parte della settimana che va concludendosi? Dobbiamo innanzitutto far notare come stavolta le condizioni della circolazione generale siano leggermente differenti rispetto all’episodio di qualche giorno fa; inizialmente infatti i forti venti artici soffieranno da nord-ovest verso sud-est, portando la massa fredda a scontrarsi frontalmente con la barriera alpina nella mattinata di domenica, per poi farla scivolare in gran parte verso est. Sembrerebbe quindi che l’irruzione fredda sull’Italia debba sfumare del tutto, proprio a causa della presenza delle Alpi; tuttavia per motivi di natura prettamente orografica, la spinta dell’aria fredda da nord porterà alla formazione di un centro di bassa pressione sul Golfo Ligure, che da quel momento farà da vero e proprio “regista” del tempo in Italia. La sua funzione sarà infatti quella di convogliare aria fresca di origine nord-atlantica attraverso la Valle del Rodano, portando un forte Maestrale ad ovest della Sardegna nella serata di domenica; inoltre spostandosi nel letto delle forti correnti in quota, il piccolo ciclone attraverserà rapidamente l’alto Adriatico, permettendo all’aria più fredda (quella artica) di sfociare finalmente sull’Italia orientale dalla Porta della Bora e dalla Croazia a partire dalla serata di lunedì, grazie anche alla collaborazione di un secondo impulso freddo in arrivo dalla Groenlandia (nella mappa corrisponde alla perturbazione indicata a nord-est dell'Inghilterra). In poche parole cosa dobbiamo attenderci di nuovo dal punto di vista delle condizioni del tempo? Innanzitutto venti molto forti da nord su buona parte dell’arco alpino per gran parte del fine settimana, specialmente domenica, quando l’aria fredda artica, impattando contro i rilievi confinali, sarà in grado di portare deboli nevicate in loco fino al fondovalle. Qualche banco nuvoloso riuscirà comunque a sfociare verso sud, andando ad interessare anche le regioni centrali e meridionali, tuttavia non sono previste precipitazioni di rilievo. Per una diminuzione generalizzata della temperatura (ancora da valutare nella sua intensità), occorrerà comunque attendere la serata di domenica o la mattinata di lunedì.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum