Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Appennino Meridionale (e non solo) alle prese con qualche temporale almeno fino a domenica

Coinvolte principalmente le zone interne di Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, ma non mancheranno sconfinamenti dei fenomeni temporaleschi fin sul litorale.

In primo piano - 15 Giugno 2005, ore 11.10

Con il baricentro dell'anticiclone tutto spostato sull'Europa occidentale, il nostro Meridione continuerà a rimanere parzialmente esposto -in quota- a correnti fresche nord-orientali capaci di instabilizzare l'atmosfera e di rendere particolarmente incerto il tempo, specie in orario pomeridiano e sul settore appenninico. Nei prossimi giorni, dunque, una goccia di aria relativamente fredda in quota si isolerà sul Mar Jonio, contribuendo in questo modo alla genesi di rovesci e temporali da qui sino a domenica. Ovviamente non mancheranno ampie schiarite e momenti soleggiati, specie al mattino e sulle coste, ma occorrerà anche fare i conti con un costante rischio di acquazzoni e temporali che ci accompagnerà almeno fino al fine settimana (compreso). Le zone a maggior rischio, come abbiamo già detto, saranno quelle montane e più interne: - Cilento - gruppi montuosi Sirino-Pollino - Altopiano della Sila - Aspromonte - Appennino Siculo e Monte Etna Ma, a momenti alterni, non verranno risparmiate nemmeno aree costiere, così il caso del Golfo di Napoli (importanti le precipitazioni previste sul Vesuvio e sui Monti Lattari), del Golfo di Policastro e del Messinese. Possibile addirittura l'interessamento (marginale) di Capri. Non mancheranno coinvolgimenti anche dei settori litoranei calabri e siculi (per sconfinamento delle cellule temporalesche verso mare), mentre di tanto in tanto qualche temporale potrebbe interessare il Basso Lazio, lambendo il Golfo di Gaeta (giovedi e domenica). Più al riparo il Gargano, le Murge e l'intero Molise, che potrebbero rimanere ai margini dell'azione temporalesca, pur risultando direttamente coinvolti nella giornata di giovedi. Qualche rischio in più invece ci sarà per i Monti del Matese, sicuramente più esposti. Qualche acquazzone o isolato temporale non è escluso nemmeno in Sardegna, più che altro nel Cagliaritano e nell'Inglesiente, da domani fino a sabato. Ad oggi le regioni più colpite in quanto a permanenza dell'instabilità sembrano essere Calabria e Sicilia (si prevedono almeno cinque giorni temporaleschi consecutivi a partire da quest'oggi!), anche se fenomeni parimenti intensi si avranno anche sulla Basilicata occidentale e sulla Campania. Sarà tuttavia importante seguire i nostri aggiornamenti, in quanto la situazione si presenta suscettibile di nuovi "aggiustamenti".

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum