Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Anticiclone coriaceo su ovest Europa: perché così tenace?

E'in grado di condizionare qualsiasi stagione dell'anno: una analisi approfondita sulla figura sinottica più controversa del nostro clima, l'anticiclone sull'Europa occidentale.

In primo piano - 28 Settembre 2017, ore 18.45

In molti si chiederanno QUALI elementi entrino in gioco nel portare una persistenza così ostinata dell'anticiclone sull'Europa occidentale. In questi ultimi mesi, la presenza di tale figura a ridosso dei settori ovest europei, è diventata un po' una costante ed è stata dovuta a diverse ragioni; senza dubbio durante il periodo estivo ha giocato un ruolo determinante l'attività anomala del Monsone di Guinea, collocato ad una latitudine insolitamente settentrionale, tale da spingere le fasce altopressorie subtropicali sino alle medie latitudini, favorendo imponenti ondate di calore sulla Penisola Iberica, il bacino del Mediterraneo e l'Italia. Durante l'inverno la ragione della sua presenza è da ricercare in una condizione tipica di NAO (North Atlantic Oscillation) di segno positivo e pertanto da una forte attività delle depressioni extratropicali oceaniche, le quali "spingono" verso il continente la spalla orientale dell'anticiclone delle Azzorre, facendolo approdare sull'Europa.

Inutile dire come in tutte queste dinamiche si faccia sentire il peso di un cambiamento climatico che, in virtù di una maggiore quantità di calore presente in atmosfera, porta le fasce anticicloniche subtropicali ad espandersi con più decisione (e per periodi più lunghi) verso la fascia delle medie latitudini. Tutte le dinamiche relative all'ultimo ventennio, tengono conto di questa costante che opera uno spacco netto tra il clima del ventesimo secolo con quello del ventunesimo.

Volgendo lo sguardo a queste ultime settimane, la persistenza dell'alta pressione sull'Europa occidentale rimane da ricercare in una forte attività convettiva sull'oceano Atlantico. Stiamo parlandovi di un vero e proprio flusso di calore che dalle latitudini tropicali oceaniche risale verso nord, andando a costituire linfa vitale alla formazione di un vero muro anticiclonico. A livello emisferico le fasce anticicloniche subtropicali si rialzano di latitudine in corrispondenza della East Coast degli Stati Uniti, sino alle coste occidentali europee. A livello locale, questa situazione ha prodotto una forte attività degli Uragani sul Golfo del Messico e persino nell'aperto oceano Atlantico. L'Uragano "Maria" che verrà ben presto declassato a tempesta extratropicale ne è una conseguenza diretta. Risulta nella media la posizione della ITCZ (Zona di convergenza intertropicale) che pertanto NON può essere chiamata in causa quale indiziata della posizione anomala delle fasce subtropicali in questo mese di settembre.

Sul prossimo futuro, data la particolarità della situazione, è difficoltoso fare una previsione attendibile, vi sono elevate probabilitá affinché la circolazione atmosferica possa proseguire su questi standard ancora per diverso tempo. Eventuali trasformazioni di questo disegno ormai consolidato, potranno verificarsi diluiti nelle lunghe distanze ma non nell'immediato. Nel frattempo ritroveremo ancora una caduta del getto sull'Europa centrale ed orientale, laddove andranno a concentrarsi le manifestazioni più organizzate di instabilitá. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.10: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code per 3 km causa incidente nel tratto compreso tra Parma (Km. 110,4) e Terre di Canossa - Campe..…

h 10.09: Roma Via Cassia

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Via Bassano Romano e Via di Grot..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum